16 giugno 2016 / 17:47 / in un anno

PUNTO 1-Fincantieri firma con Qatar contratto da circa 4 mld euro per sette navi

* Circa un terzo del valore in capo a Leonardo

* Bono: con indotto garantiti 10.000 posti lavoro

* Con contratto backlog supera 20 mld - AD (Aggiunge dettagli accordo, ruolo Leonardo)

ROMA, 16 giugno (Reuters) - Fincantieri ha firmato oggi con il ministero della Difesa del Qatar un contratto da circa 4 miliardi di euro per la fornitura di 7 navi.

Lo rende noto un comunicato diffuso durante la cerimonia che si è tenuta a Roma presso il ministero della Difesa.

Leonardo-Finmeccanica, con la società partecipata MBDA Italia, è il fornitore di Fincantieri nella commessa. “Circa un terzo del valore del contratto è in capo a Finmeccanica”, dice Lorenzo Mariani, responsabile elettronica, difesa terrestre e navale del gruppo.

Il contratto di Fincantieri “prevede la fornitura di sette navi di superficie, di cui quattro corvette della lunghezza di oltre 100 metri, una nave anfibia (LPD - Landing Platform Dock) e due pattugliatori (OPV - Offshore Patrol Vessel) e dei servizi di supporto in Qatar per ulteriori 15 anni dopo la consegna delle unità”, spiega il comunicato.

Tutte le unità verranno interamente costruite nei cantieri italiani del gruppo a partire dal 2018, assicurando 6 anni di lavoro e una ricaduta importante sulle principali società della difesa italiane.

Incontrando i giornalisti a margine della firma, il Ceo di Fincantieri, Giuseppe Bono, ha detto che “il carico di lavoro, il backlog, supera i 20 miliardi con questo contratto” rispetto ai 15,7 mld di fine 2015.

Il backlog, spiegano dalla società cantieristica, è un indicatore del valore delle commesse che non coincide con il portafoglio ordini.

“Tra azienda e indotto sono garantiti 10.000 posti di lavoro per almeno 8 anni”, ha aggiunto il manager.

Leonardo-Finmeccanica fornirà a Fincantieri sistemi e sensori navali di ultima generazione per le 7 nuove navi destinate alla Qatar Emiri Naval Forces.

Le navi saranno impiegate per compiti di sorveglianza e pattugliamento marittimo nelle acque territoriali e nella zona economica esclusiva.

Leonardo avrà la responsabilità della fornitura integrata del sistema di combattimento delle nuove unità navali, i principali radar e sensori di bordo e sottosistemi di difesa, incluso i sistemi d‘arma di medio calibro da 76/62 e di piccolo calibro da 30 mm, il sistema di protezione anti-siluro, il mine avoidance sonar Thesan, e, in collaborazione con MBDA, il sistema missilistico. La fornitura comprende inoltre attività di supporto logistico integrato di lungo periodo.

La firma è avvenuta tra il comandante delle Forze Navali dell‘Emirato del Qatar, Staff Major General Mohammed Nasser Al Mohannadi e Bono alla presenza dei ministri della Difesa dei due Paesi, Khalid bin Mohammed Al Attiyah e Roberta Pinotti.

(Giuseppe Fonte)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below