2 novembre 2010 / 07:12 / tra 7 anni

Forex, dlr debole in attesa meeting Fed, sale dlr australiano

TOKYO, 2 novembre (Reuters) - Mercato valutario dominato dall‘attesa per il meeting Fed di oggi e domani che porterà, con ongi probabilità, all‘annuncio della nuova tornata di misure di ‘quantitative easing’ da parte della banca centrale Usa.

“Se gli acquisti di bond della Fed saranno inferiori ai 500 milardi vedo un dollaro forte nel breve termine, anche se sospetto che il biglietto verde rimarrà sotto pressione sull‘aspettativa che la Fed, alla fine, espanderà ulteriormente il programma di acquisti” spiga il trader di una banca americana.

Intanto si segnala il netto apprezzamento del dollaro australiano a seguito del rialzo a sorpresa del costo del denaro (di un quarto di punto al 4,75%) da parte della Reserve Bank of Australia.

“In vista della decisione della Fed credo che ci sarà un po’ di riduzione delle posizioni rischiose sul mercato” spiega lo strategist di Bnp Paribas Robert Ryan.

Alle 7,50 italiane il cambio euro-dollaro EUR= vede un apprezzamento della valuta unica in area 1,3935, non lontano dai massimi di seduta, contro 1,3896 della chiusura di ieri.

Il dollaro australiano AUD= è salito di oltre l‘1% sul dollaro Usa, fino a 0,9994, molto vicino al picco di ottobre di 1,0004 che rappresenta il massimo dal 1983. Il cambio tratta ora a 0,9984 contro 0,9873 di ieri.

Poco variato invece il cambio dollaro-yen JPY=, a 80,63 da 80,47 della precedente chiusura, in vista di un possibile intervento delle autorità giapponesi sul mercato valutario contro lo yen forte.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below