18 dicembre 2013 / 08:59 / tra 4 anni

Forex, dollaro stabile in attesa Fed, yen pesante dopo dati

LONDRA, 18 dicembre (Reuters) - L'ennesimo rosso inanellato
dalla bilancia commerciale giapponese a dicembre mette lo yen
sotto pressione nei confronti del dollaro e dell'euro, ma per
gli investitori il movimento rappresenta solo una piccola
distrazione in attesa del verdetto della Federal Reserve.
     Quest'ultima in serata dovrebbe chiarire le sue intenzioni
rispetto i tempi di una riduzione del programma di stimolo
all'economia.
    Nel frattempo, l'indice che misura l'andamento del biglietto
verde nei confronti delle principali controparti è
stabile a 80,061, sopra il minimo da sei settimane toccato un
mese fa a 79,757.
   Le manovre espansive dell'istituto centrale americano sono
uno dei principali driver di mercato ormai da diversi anni e
hanno supportato a livello globale gli asset più rischiosi,
contenendo simultaneamente il dollaro.
    Secondo l'ultimo sondaggio tra gli economisti condotto da
Reuters, l'istituto centrale americano dovrebbe alzare il piede
dall'acceleratore nel primo trimestre dell'anno prossimo.
     Ma nell'ultima settimana una serie di dati confortanti
arrivati dal mercato del lavoro e dalle vendite al dettaglio,
uniti all'accordo sul bilancio federale Usa che riduce i rischi
di un nuovo shut-down nei prossimi due anni, hanno aumentato le
chance di una fuga in avanti già questo mese. 
    Per gli economisti di Citi esiste una probabilità del 50%
che la Fed annunci una riduzione già questa sera, mentre è
altamente probabile che la riduzione vera e propria inizi il
mese prossimo. Il programma di quantitative easing dovrebbe
chiudersi nel terzo trimestre dell'anno prossimo.
    Un'assenza di decisione stasera sul cosiddetto 'tapering'
potrebbe pesare sul dollaro, che tuttavia potrebbe trattenere i
guadagni sullo yen, tradizionalmente più colpito quando sale
l'appetito per il rischio.
    Intorno alle 9,40 il biglietto verde sale a 102,92 yen da
102,72 della chiusura (+0,3%), restando però al di sotto del
massimo a cinque anni a 103,925 segnato venerdì. 
    Yen in calo anche nei confronti dell'euro, che sale a 141,70
da 141,32, ma sempre sotto il massimo da cinque anni a
142,82 segnato venerdì.
    Nei confronti del dollaro, l'euro è piatto in area
1,3770 e resta supportato dalla tendenza degli investitori a far
rimpatriare i fondi per rafforzare i bilanci in chiusura d'anno,
in vista dell'asset quality review della Bce, così come dal
recente rialzo dei tassi sul mercato monetario nelle ultime
settimane. Un sintomo del raffreddamento delle aspettative di
nuove mosse espansive a breve da parte della Banca centrale
europea, dall'altro del tradizionale restringimento della
liquidità sul finire dell'anno.  
    
       
                             ORE 9,50              CHIUSURA
 EURO/DOLLARO         1,3767/66                 1,3766  
 DOLLARO/YEN          102,91/94                 102,66  
 EURO/YEN          141,71/72                 141,32 
 EURO/STERLINA     0,8450/53                 0,8461   
 ORO SPOT         1.235,36/6,20         1.229,60/30,60 
    
        
 
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below