22 marzo 2012 / 07:04 / tra 6 anni

Forex, dollaro autraliano corregge su Usa dopo Pmi cinese

TOKYO, 22 marzo (Reuters) - Dollaro australiano al minimo degli ultimi due mesi nei confronti del biglietto verde dopo l‘indagine Pmi cinese che fotografa il quinto mese consecutivo di contrazione del settore.

Il nuovo rallentamento del manifatturiero fa temere un calo della domanda di materie prime da parte della seconda economia mondiale e un possibile allentamento di politica monetaria a sostegno della crescita.

“L‘economia cinese potrebbe ulteriormente raffreddarsi in un quadro di deterioramento delle esportazioni e calo della domanda interna... questo metterebbe Pechino nella posizione di varare nuove misure espansive” spiega l‘economista Hsbc responsabile per la Cina Qu Hongbin.

Poco mossa contro dollaro procede intanto la valuta unica europea in attesa della stima flash sui Pmi di marzo, di cui il consensus raccolto da Reuters ipotizza una lieve ripresa rispetto a febbraio.

Intorno alle 7,50 euro/dollaro a 1,3241/43 da 1,3209 mercoledì sera, dollaro/yen a 83,30/31 da 83,39 ed euro/yen a 110,28/31 da 110,14.

(Redazione Milano, reutersitaly@thomsonreuters.com, +39 02 66129854, Reuters messaging: alessia.pe.thomsonreuters.com@reuters.net)

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below