23 dicembre 2011 / 09:13 / tra 6 anni

Forex, euro si tiene in rialzo su dlr ma outlook resta incerto

 LONDRA, 23 dicembre (Reuters) - Nei primi scambi
europei l'euro si mantiene in lieve rialzo nei confronti del
dollaro, beneficiando dell'appetito di rischio stiimolato da una
serie di dati confortanti sullo stato dell'economia americana.	
  Ieri, infatti, le richieste settimanali di sussidi per la
disoccupazione hanno toccato il minimo da tre anni e mezzo,
mentre la fiducia dei consumatori americani è balzata ai massimi
da 6 mesi a questa parte.	
 Tuttavia, il perdurare della crisi dei debiti sovrani, la
cui soluzione non sembra essere in vista, espone l'euro a spinte
al ribasso. 	
 "Il dollaro è ancora considerato una valuta rifugio e quando
migliora l'appetito di rischio viene venduta", sottolinea Chris
Walker, strategist valutario di Ubs.	
 "Ci sono tuttavia una serie di incertezze che pesano sulla
zona euro e la valuta unica potrebbe scivolare nei prossimi mesi
a 1,25 sul dollaro" aaggiunge Walker.	
 Intorno alle 10,00 l'euro scambia a 1,3075 sul biglietto
verde, in rialzo dello 0,2% rispetto alla chiusura precedente.
La valuta unica si tiene dunque a distanza dal minimo a 11 mesi,
toccato la scorsa settimana, quando era scivolato a 1,2945
dollari.	
 "Si sta tentando di diversificare, sganciandosi dal dollaro,
ed è questo che lo sta portando giù", spiega David Scutt, trader
di Bank of Arabia. 	
  "Nonostante l'economia americana sembra si stia
rafforzando, ci sono ancora aspettative nel mercato sul fatto
che la Fed sia orientata ad allentare ancora la politica
monetaria e questo sta aiutando l'euro" ,aggiunge. 	
 Secondo quanto riferito dal Wall Street Journal, la Federal
Reserve potrebbe impegnarsi a mantenere i tassi d'interesse
prossimi allo zero fino al 2014. La decisione, sostiene il
quotidiano, potrebbe essere comunicata alla prossima riunione di
politica monetaria, in calendario per il 24 e il 25 di gennaio.	
 D'altra parte, sull'euro incombe ancora la minaccia di un
downgrade di massa dei Paesi del blocco da parte dell'agenzia di
rating Standard & Poor's.	
 Resta limitato il supporto alla valuta unica fornito dal
primo p/t triennale della Bce, che mercoledì ha fornito poco
meno di 500 miliardi euro di liquidità a basso costo a 523
banche della zona euro.	
Non c'è infatti alcuna certezza sul fatto che le banche
useranno i fondi per sostenere l'economia reale o acquistare i
governativi dei Paesi della zona euro più sotto pressione, come
l'Italia o la Spagna. 	
  	
 	
                           ORE 10,00               CHIUSURA 	
 EURO/DOLLARO         1,3072/74                 1,3050	
 DOLLARO/YEN           78,02/08                  78,16	
 EURO/YEN          102,01/30                 102,00	
 EURO/STERLINA     0,8324/31                 0,8325 	
 ORO SPOT        1.611,69/12,60         1.605,90/12,55	
 	
 
 
Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le
top news anche su www.twitter.com/reuters_italia 	
	

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below