13 novembre 2013 / 09:39 / tra 4 anni

Forex, euro poco mosso su dlr ma pesa conferma linea espansiva Bce

LONDRA, 13 novembre (Reuters) - L'euro tiene le posizioni
nei confronti del dollaro questa mattina anche se la valuta
unica resta di fondo appesantita dalla conferma, nel meeting
della scorsa settimana, della linea monetaria ultra espansiva
della Bce.
    D'altra parte il biglietto verde continua a beneficiare
dell'aspettativa di un prossimo inizio della fase di riduzione
dello stimolo monetario da parte della Fed.
    Secondo gli operatori un primo intervento della banca
centrale americana potrebbe già arrivare in dicembre,
soprattutto alla luce dei buoni dati giunti la settimana scorsa
dal mercato del lavoro Usa. Una conferma in tal senso è giunta
ieri dall presidente della Fed di Atlanta Dennis Lockhart,
mentre è atteso domani l'intervento del prossimo governatore
della Fed Janet Yellen, nella seduta del Senato di conferma
della propria nomina, da cui potrebbe emergere qualche
indicazione più dettagliata riguardo la linea che verrà seguita.
   
    Nel corso della seduta l'euro/dollaro si è mosso entro un
range molto limitato, compreso tra 1,3424 e 1,3452, risultando a
metà mattinata praticamente invariato rispetto alla chiusura di
ieri.
    I dati finali sull'inflazione spagnola di ottobre,
pubblicati questa mattina, con la prima contrazione dell'indice
dei prezzi al consumo in quattro anni, forniscono un ulteriore
elemento di cautela sull'euro.
    Il dato spagnolo "ci dice che la Bce dovrà adottare nuove
misure" spiega lo strategist di Societe Generale Alvin Tan.
"Detto questo, non ci aspettiamo una discesa marcata dell'euro
sul dollaro a meno che non arrivino segnali che la Fed inizierà
il tapering. Per questo l'audizione della Yellen sarà importante
per capire la direzione del dollaro nel breve termine".
    La valuta unica resta comunque in lieve recupero questa
settimana dopo essere scesa giovedì scorso fino a 1,3295, minimo
da due mesi, a seguito del taglio a sorpresa dei tassi da parte
della Bce. Solo lo scorso 25 ottobre l'euro/dollaro era salito
al massimo da due anni di 1,3833.
    Il dollaro a sua volta cede qualche limitata posizione nei
confronti dello yen questa mattina ma, a conferma della buona
intonazione di fondo, il biglietto verde rimane in prossimità
del massimo da due mesi di 99,80 registrato ieri.
    
                             ORE 10,35               CHIUSURA
 EURO/DOLLARO         1,3427/29                 1,3435  
 DOLLARO/YEN           99,45/47                  99,62  
 EURO/YEN          133,53/55                 133,84 
 EURO/STERLINA     0,8396/99                 0,8386   
 ORO SPOT          1.275,79/7,01         1.267,61/8,38
    
    
    Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in
italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below