25 ottobre 2013 / 06:06 / 4 anni fa

Forex, dlr resta pesante, tocca nuovi minimi da 2 anni su euro

TOKYO/SINGAPORE, 25 ottobre (Reuters) - Il dollaro resta sotto pressione sul mercato valutario, portandosi in queste ore a nuovi minimi biennali sull‘euro.

A pesare sul biglietto verde sono ancora le attese - consolidate dagli ultimi dati economici americani - di uno slittamento almeno ai primi mesi del 2014 dell‘inizio del processo di alleggerimento dello stimolo monetario da parte della Fed.

Attorno alle 7,50 italiane l‘euro/dollaro tratta a 1,3830 da 1,3799 della chiusura di ieri; stamane il cambio è salito al nuovo massimo dal novembre 2011 di 1,3833.

“Penso che tutti si stiano chiedendo se veramente ci si stia dirigendo verso quota 1,40” spiega l‘analista di Bank of Tokyo-Mitsubishi Ufj Teppei Ino. “Se l‘orizzonte cui si guarda è la parte finale di quest‘anno, è difficile dire che l‘euro sarà debole”.

Nell‘immediato, la pubblicazione dell‘Ifo tedesco di ottobre, questa mattina, potrebbe offrire lo spunto per ulteriori movimenti del cambio.

Il cross dollaro/yen si attesta a 97,05 da 97,27, appena sopra il minimo da due settimane di 96,94 visto questa mattina.

Poco mosso l‘euro/yen, a 134,15 da 134,22 della chiusura di ieri.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below