10 settembre 2013 / 05:59 / 4 anni fa

Forex, euro sostenuto da piano russo su Siria

TOKYO, 10 settembre (Reuters) - L‘euro si mantiene saldo attorno ai massimi di fine agosto su un rinnovato appetito di rischio dopo che la Russia ha proposto un piano sulla Siria che ha elevato le possibilità che un attacco Usa a Damasco venga rimandato o evitato.

Il presidente Usa Barack Obama ha detto che la proposta russa “potrebbe rappresentare una svolta significativa”. Anche la Siria ha accolto favorevolmente l‘idea russa di mettere sotto il controllo internazionale le armi chimiche di Damasco.

“Siamo certamente in una fase di attesa, per la storia della Siria e la storia della Fed” ha detto Bart Wakabayashi, di State Street Global Markets a Tokyo.

Il dollaro è risultato sotto pressione anche dopo i deludenti dato sull‘occupazione della scorsa settimana, che hanno istillato dei dubbi sul fatto che la Fed possa iniziare già questo mese la progressiva riduzione del suo programma di stimolo monetario. L‘idea che la riduzione degli acquisti di bond da parte della Fed sarà limitata a circa 10 miliardi di dollari ha ieri sostenuto i titoli del Tesoro Usa.

Alle 8 circa, l‘euro vale 1,3266/69 dollari da una precedente chiusura a 1,3254, e 132,17/20 yen da 131,94. Il dollaro/yen si attesta invece a 99,63/65 da 99,01 e dopo un massimo a 99,57.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below