30 aprile 2013 / 06:33 / tra 5 anni

Forex, dollaro debole in attesa Fed, euro tiene dopo rialzo ieri

SINGAPORE/SYDNEY, 30 aprile (Reuters) - Dollaro debole nelle contrattazioni della mattinata, in scia alla discesa dei rendimenti sui titoli di Stato americani e all‘allentamento delle pressioni inflazionistiche negli Usa, come evidenziato dagli ultimi indicatori. Elementi che potrebbero spingere la Fed a rafforzare il proprio sostegno monetario all‘economia, nel meeting di oggi e domani.

Il dollar index, l‘indice che mette a confronto il biglietto verde con le principali divise mondiali, si conferma stamane sui minimi da due settimane toccati ieri, in scia anche alla discesa del rendimento sui Treasuries a due anni al minimo da 9 mesi dello 0,21%.

“Dati i trend d‘inflazione sottostanti, riteniamo che l‘attenzione debba spostarsi sulla possibilità di un‘ulteriore espansione monetaria, che potrebbe consistere nell‘incremento degli importi di acquisti mensili, nel tenere i titoli più a lungo o nel modificare le indicazioni per il futuro” si legge in una nota di Barclays.

Alle 8,15 italiane il cambio euro/dollaro tratta in area 1,31 da 1,3097 dell‘ultima chiusura, dopo l‘apprezzamento di mezzo punto percentuale realizzato ieri a seguito della stabilizzazione della situazione politica in Italia. Movimenti più marcati della valuta unica sembrano comunque esclusi fino al meeting mensile della Bce di questo giovedì.

Dollaro/yen a 97,70 da 97,75; euro/yen a 127,95 da 128,05.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below