17 maggio 2012 / 06:23 / 6 anni fa

Forex, euro risale da min 4 mesi, timori Grecia restano alti

TOKYO, 17 maggio (Reuters) - L‘euro recupera dai minimi da quattro mesi segnati ieri, ma resta debole, appesantito dai timori di un‘escalation della crisi greca.

La Bce ha infatti chiuso i rubinetti della liquidità ad alcune banche greche non adeguatamente ricapitalizzate e quindi insolventi. Un segnale che sottolinea il deterioramento del sistema bancario ellenico e alimenta i timori di un‘uscita di Atene dalla zona euro, che avrebbe pesanti ripercussioni sulle economie dei Paesi periferici del blocco.

Dopo essere scivolato ieri fino 1,2682, nuovo minimo da metà gennaio, intorno alle 8,00 l‘euro passa di mano a 1,2740 da 1,2715 dell‘ultima chiusura (+0,2%).

La valuta unica è in frazionale rialzo anche nei confronti dello yen, in area 102,28, da 102,14 dell‘ultima chiusura . Ieri la valuta unica era scivolata al minimo da tre mesi sulla divisa nipponica a 101,92 yen.

Il dollaro - che nelle ultime sedute ha beneficiato del clima di avversione al rischio - sul finire della sessione asiatica passa di mano a 80,30 da 80,32, tenendo in vista il picco da circa tre mesi segnato ieri.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below