2 giugno 2009 / 05:54 / tra 8 anni

Forex, dollaro risale da minimi anno, occhi a banche centrali

TOKYO, 2 giugno (Reuters) - Il dollaro recupera la parità, dopo essere sceso ieri ai minimi dell‘anno contro euro e contro un paniere delle principali valute: ieri il richiamo del biglietto verde, come valuta rifugio, è stata messa in discussione da dati macroeconomici incoraggianti e dal rally di Wall Street.

Gli operatori prevedono tuttavia che il mercato valutario resti in range in questi giorni di riunioni di politica monetaria in Australia ed Europa.

Oggi la Reserve Bank of Australia ha lasciato invariati i tassi di interesse al 3%, deprimendo temporaneamente il dollaro australiano AUD=D4, mentre giovedì sono in agenda le riunioni della Banca centrale europea e della Banca d‘Inghilterra. Entrambe dovrebbero confermare, ai livelli attuali, il costo del denaro e la Bce potrebbe fornire nuovi dettagli sul proprio programma di acquisto di asset per stimolare l‘economia.

Poco prima delle 8 ora italiana, l‘indice del dollaro .DXY viaggia piatto a 79,151 dopo aver toccato i minimi da metà dicembre a 78,586 ieri. L‘euro scambia in frazionale rialzo a 1,4154 dollari EUR=, dopo essere balzato a 1,4246 dollari sull piattaforma EBS ieri, i massimi dalla fine di dicembre.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below