18 luglio 2008 / 05:50 / 9 anni fa

Dollaro attestato su posizioni chiusura, dubbi su nuovo rally

TOKYO, 18 luglio (Reuters) - Il dollaro consolida i livelli raggiunti ieri, quando ha registrato il maggiore rialzo giornaliero nei confronti dello yen da oltre tre mesi.

Nonostante il calo dei prezzi del petrolio dovrebbe favorire il biglietto verde, la valuta resta comunque penalizzata dai timori sul sistema finanziario e dai dubbi sulle prospettive di crescita degli Stati Uniti.

Secondo i trader, inoltre, il dollaro soffre nei confronti delle valute le cui banche centrali di riferimento hanno espresso posizioni univoche di lotta all‘inflazione, visto che il mercato non ritiene pronta la Fed a un rialzo nei prossimi mesi.

“Il deciso ribasso del greggio ha innescato un‘ondata di coperture a breve sul dollaro, ma a parte quello ci sono molte poche ragioni di un ritorno agli acquisti sul biglietto verde” ha detto un dealer.

Ieri il dollaro è balzato oltre i 107 yen da un minimo di un mese e mezzo a 103,77 yen toccato appena il giorno precedente.

“Il balzo del dollaro oltre 107 yen sembra un passo troppo lungo dati i timori sull‘economia e il sistema finanziario Usa” aggiunge. “E’ improbabile che il dollaro verrà spinto molto più in alto”.

Intorno alle 7,40 italiane euro/dollaro EUR= stabile a 1,5859/63 da 1,5857 di ieri a New York, dollaro/yen JPY= a 106,20/21 da 106,23 ed euro/yen EURJPY= 168,42/44 da 168,41.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below