6 maggio 2008 / 05:57 / tra 10 anni

Dollaro debole in chiusura Asia, occhio a differenziale tassi

SINGAPORE (Reuters) - In chiusura di seduta sulla piazza asiatica il biglietto verde torna ad arretrare rispetto alle principali controparti, penalizzato da nuovi dubbi sulle condizioni di salute della prima economia mondiale.

<p>Alcune banconote di dollari. REUTERS/John Javellana</p>

L‘ennesimo record di greggio e materie prime sostiene invece i corsi delle valute a elevato rendimento come dollaro australiano e neozelandese.

Alla tenuta dell‘euro hanno invece contribuito le ultime dichiarazioni del banchiere centrale europeo, soffermatosi ancora una volta sui rischi di inflazione piuttosto che quelli sulla crescita.

La chiusura della piazza giapponese, ferma anche ieri, tende a contenere il volume dell‘attività.

“Il dollaro sta tornando sotto pressione, a livello globale il grado di propensione al rischio sembra essersi stabilizzato” osserva Callum Henderson di Standard Chartered Bank. “Gli investitori dispongono di una buona dose di liquidità e sono pronti a utilizzarla, tornando a guardare soprattutto il differenziale di rendimento e la possibilità di operazioni ‘carry trade’”.

Intorno alle 7,50 euro/dollaro a 1,5515/18 da 1,5498 della chiusura precedente, dollaro/yen a 104,84/86 da 104,92 ed euro/yen a 162,68/72 da 162,67.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below