November 15, 2019 / 11:36 AM / a month ago

Mediaset potrebbe aumentare quota in ProSieben fino al 20% - Giordani

BARCELLONA, 15 novembre (Reuters) - Mediaset può aumentare la sua quota nell’emittente tedesca ProSiebenSat.1 fino al 20%.

Lo ha detto Marco Giordani, direttore finanziario del gruppo di Cologno Monzese, ribadendo l’intenzione di non voler lanciare un’offerta ostile sul gruppo tedesco.

Mediaset ha recentemente aumentato la sua quota in ProSiebenSat.1 al 15,1%, tramite l’acquisto del 5,5% tramite la sua controllata Mediaset Espana.

Giordani, che ha descritto l’investimento in ProSiebensat.1 come difensivo, ha rilanciato il suo appello perchè il l’emittente tedesca si aggreghi a MediaforEurope, il veicolo che Mediaset vuole creare, facendo confluire le attività italiane e spagnole del gruppo sotto una holding olandese.

Il progetto è finalizzato a dare al settore televisivo europeo dimensioni adeguate unendo le forze per affrontare la sfida posta da player globali come Netflix.

“Chiaramente per noi non è l’ultimo passo. La speranza è che altri si aggiungano”, ha detto Giordani, parlando alla European Technology Media Conference organizzata da Morgan Stanley a Barcellona.

Giordani ha aggiunto che Mediaset è libera di aumentare la sua quota in ProSiebensat fino al 20%.

L’AD di ProSiebenSat Max Conze ha respinto le avances di Mediaset ritenendo che la strada migliore sia concentrarsi sul proprio modello di business e collaborare con altri broadcaster su determinate aree di business, vedendo possibilità di sinergia limitate da un merger.

“Siamo il principale azionista con il 15% e se Max è in grado di sviluppare il suo piano siamo contenti perchè ne beneficeremmo dalla risalita del titolo”, ha detto Giordani.

Il manager ha poi spiegato che la creazione di MediaforEurope, che sta incontrando l’opposizione di Vivendi nei tribunali, dovrebbe completarsi dovrebbe essere completata per il primo trimestre del 2020.

Non sono al momento previsti colloqui con Conze, ha affermato Giordani, ma il progetto pan-europeo di Mediaset ha senso solo se include la Germania, il più grande mercato dei media in Europa.

“Non è d’accordo sulla metodologia. Okay. Lo capiamo. Voglio dire, capiamo quali sono i motivi della sua posizione”, ha detto Giordani ai giornalisti a margine dell’evento Morgan Stanley, riferendosi a Conze.

“Siamo solo preoccupati per il tempo, perché il mondo attorno a noi non aspettando. Se ha ragione, noi siamo azionisti con il 15% e il prezzo delle azioni salirà e saremo contenti”, ha concluso Giordani.

Douglas Busvine, in redazione a Milano Elvira Pollina, Gianluca Semeraro

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below