January 9, 2020 / 10:31 AM / in 2 months

BORSE EUROPA-Ai massimi storici su calo tensioni in Medio Oriente

9 gennaio (Reuters) - Le borse europee toccano i massimi storici oggi, dopo che Stati Uniti e Iran hanno evitato una ulteriore escalation militare, riportando gli investitori su asset più rischiosi, sulle rinnovate speranze per l’accordo commerciale tra Cina e Usa.

** Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha imposto nuove sanzioni contro l’Iran, placando i timori di una reazione militare e spegnendo una crisi che ha portato a un rally per investimenti in asset sicuri.

** In aggiunta, la Cina ha confermato che siglerà la fase uno dell’accordo commerciale durante la visita del vicepremier Liu He a Washington la settimana prossima.

** L’indice paneuropeo STOXX 600 avanza fino allo 0,7% ai massimi storici di 421,43 punti.

** L’indice tedesco guadagna l’1,4%, vicino ai massimi di quasi due anni, con la produzione industriale che è cresciuta a novembre al di sopra delle aspettative.

** Tuttavia, altri dati mostrano un calo ben sotto le attese per le esportazioni tedesche, indicando che la domanda per i beni prodotti dal gigante industriale rimane debole.

** “Prevediamo qualche miglioramento per la produzione tedesca nella prima metà dell’anno, in particolar modo in seguito ai modesti miglioramenti nell’ambito commerciale”, ha detto David Page, senior economist di AXA Investment Managers.

** Il settore tech si afferma tra i migliori sottoindici regionali, toccando quasi i massimi di 19 anni, trainato dagli aumenti del 3,1% nelle azioni svizzere del produttore di chip austriaco AMS AG.

** ARGENX, quotato sull’Euronext a Bruxelles, spicca sull’indice STOXX 600 dopo che lo sviluppatore di farmaci basati su anticorpi ha aggiornato la linea di produzione per il 2020 mostrando risultati positivi da uno studio di fase due.

** La britannica MARKS & SPENCER scende in fondo all’indice STOXX 600, ai minimi di un mese, dopo aver riportato una debole performance durante l’importante trimestre natalizio, a causa di sprechi nell’unità alimentare e delle deboli vendite in articoli da regalo e abbigliamento maschili.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below