November 7, 2019 / 11:19 AM / a month ago

Banche, fondi propongono sedute di borsa più brevi in Europa

LONDRA, 7 novembre (Reuters) - Banche e gestori di fondi vorrebbero accorciare di 90 minuti la durata delle sedute borsistiche in Europa, una modifica che a loro avviso migliorerebbe l’efficienza del mercato e il benessere del personale. Ma le società mercato che gestiscono le borse europee sono divise sulla questione.

Secondo l’Association for Financial Markets in Europe (AFME) e la Investment Association (IA), che rappresenta i gestori di fondi, l’Europa ha le sedute di borsa più lunghe del mondo, con negoziazioni che durano 8 ore e mezzo.

Wall Street e l’Asia scambiano per 6 ore e mezzo, hanno ricordato le due associazioni in una dichiarazione congiunta.

AFME e IA hanno detto di avere in corso colloqui con le principali piazze azionarie europee per valutare la proposta di accorciare le sedute di 90 minuti.

In base alla proposta dei membri dell’associazione — che con nomi come Goldman Sachs, Barclays, BlackRock e BNP Paribas realizzano la maggior parte degli scambi in borsa — la campanella di avvio delle negoziazioni suonerebbe alle 10, un’ora dopo rispetto ad oggi, con la chiusura mezz’ora prima alle 17.

La prima ora di contrattazioni attualmente avviene con volumi sottili, rendendo le negoziazioni più costose, mentre oltre un terzo degli scambi si concentra nell’ultima ora di mercati aperti.

“Accorciare la durata concentrerebbe la liquidità rendendo i costi di negoziazione più coerenti e dando agli operatori di borsa e al mercato più tempo per digerire gli annunci delle aziende”, hanno detto AFME e IA.

Il lungo orario di lavoro ha ricadute sulla salute mentale e sul benessere degli operatori di borsa e rappresenta uno dei principali ostacoli al reclutamento di personale femminile, in particolare di quello che ha impegni familiari, hanno aggiunto.

La Financial Conduct Authority, il regolatore di borsa britannico, ha detto il mese scorso che il numero di donne in ruoli dirigenziali nel mondo finanziario è rimasto stabile dal 2005 nonostante la “retorica” del settore sulla diversità.

La Borsa di Londra (LSE) ha detto di essere favorevole a sostenere la diversità di genere e cultura sul posto di lavoro e che intende valutare la proposta in una consultazione formale con i propri membri e utenti.

Euronext ha detto di essere disposta ad avviare un dialogo con i propri membri, le società quotate e i gestori di fondi sulla questione che a suo avviso riguarda la qualità di vita e la competitività dell’Europa.

La Borsa tedesca non ha commentato.

ADATTO ALLO SCOPO

Le negoziazioni di borsa in Europa devono già affrontare la potenziale frammentazione dovuta a Brexit, e diversità negli orari di contrattazione potrebbero accentuare le differenze.

Rainer Riess, direttore generale della Federation of European Securities Exchanges, ha dichiarato che gli attuali orari di negoziazione in Europa sono “adeguati allo scopo” e non devono essere modificati.

La durata attuale delle sedute riflette le esigenze degli investitori, consente ai mercati europei di interagire con gli Stati Uniti e l’Asia, ha precisato.

Il Cboe ha detto che probabilmente avrebbe più senso accorciare le sedute a inizio giornata, dato che non si sovrappongono con il mercato statunitense.

Aquis Exchange, pur favorevole a iniziative per migliorare i mercati, ha detto che non ritiene che la riduzione delle ore di trading sia il modo più efficace per sostenere la diversità o la partecipazione delle donne. (Tradotto da Francesca Piscioneri, in redazione a Milano Maria Pia Quaglia)

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below