October 30, 2019 / 7:18 AM / a month ago

PUNTO 3-Fca e Psa trattano merger da 50 mld dlr, annuncio possibile già domani

(Cambio titolo, aggiorna)

di Giulio Piovaccari e Sudip Kar-Gupta

MILANO/PARIGI, 30 ottobre (Reuters) - Fiat Chrysler e Psa, che controlla la casa automobilistica francese Peugeot, hanno confermato di avere trattative in corso per una potenziale integrazione che porterebbe alla creazione di un gigante da 50 miliardi di dollari, meglio posizionato per affrontare le sfide tecnologiche e di regolamentazione dell’industria automobilistica globale.

L’accordo potrebbe essere annunciato già nella giornata di domani, dice una fonte vicina alla situazione.

Secondo alcune fonti, Fca ha convocato un board per stasera sulla possibile operazione di aggregazione con la casa francese. Riunione oggi anche per il supervisory board di Psa per discutere del potenziale deal, secondo due fonti vicine alla situazione.

Il mercato ha accolto positivamente la notizia spingendo in forte rialzo i titoli Fca e Psa in borsa.

Il ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli ha dichiarato che il governo osserva quanto accade ma non commenta operazioni di mercato.

Per Rocco Palombella, leader della Uilm, un’operazione tra Fca e Peugeot non può che avvenire come “merger of equals” e senza tagli di posti di lavoro in Italia.

La Fiom teme invece le conseguenze che una possibile integrazione tra i due gruppi potrebbe avere sull’utilizzo degli impianti italiani e non apprezza la posizione attendista del governo.

Se un merger Peugeot-Fca riuscisse a superare gli ostacoli politici, finanziari e di governance, il nuovo gruppo dovrebbe comunque affrontare altre significative sfide: le case automobilistiche devono fare i conti con la prospettiva di un rallentamento della domanda globale, che coincide con i cambiamenti tecnologici.

Peugeot e Fiat potrebbero nel tempo condividere motori e architetture di veicoli, riducendo gli investimenti e liberando liquidità per investire in veicoli elettrici e tecnologie di riduzione delle emissioni necessarie in Europa, Cina e in altri mercati globali.

Le due case automobilistiche avevano discusso di una possibile integrazione a inizio anno, prima che Fca proponesse una fusione da 35 miliardi di dollari con Renault, poi naufragata.

Carlos Tavares, AD di Peugeot, il mese scorso aveva escluso l’ipotesi di un merger con Fiat Chrysler. “Non ne abbiamo bisogno”, aveva detto.

Tavares si è mosso aggressivamente per espandere Peugeot, acquisendo il marchio automobilistico tedesco Opel da General Motors per 2,6 miliardi di dollari nel 2017.

Fiat Chrysler ha già una partnership per veicoli commerciali con Peugeot.

Secondo l’analista di Morningstar Richard Hilgert, i volumi totali di Fca e Peugeot, incluse le joint-venture in Cina, lo scorso anno ammontavano a 8,7 milioni di veicoli. Ciò significa che il nuovo gruppo si posizionerebbe al quarto posto dopo Volkswagen, Toyota e Renault/Nissan , gruppi che hanno volumi per più di 10 milioni di veicoli.

“Riteniamo la combinazione di queste due società ragionevole vista la competizione globale, l’elevata intensità di capitale e le difficoltà del settore derivanti dall’elettrificazione dei motori e dalla tecnologia della guida autonoma”, scrive Hilgert in una nota.

La Francia, attraverso la banca pubblica Bpi, ha il 12% di Psa mentre una quota analoga è detenuta dalla famiglia Peugeot e dal governo cinese. Proprio la presenza della Cina potrebbe innescare dubbi negli Stati Uniti su una potenziale fusione, visto che le tensioni commerciali con la Cina restano alte.

Max Warburton, analista di Bernstein, ritiene che l’operazione sia più logica e abbia più chance di successo rispetto a Fca-Renault, anche se Psa offre poche sinergie negli Usa, in America latina e Cina. “Il focus sarà in Europa”, dice.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below