June 15, 2018 / 11:05 AM / 6 months ago

Stadio Roma, Raggi in procura come teste nel pomeriggio - fonti

ROMA, 15 giugno (Reuters) - Il sindaco di Roma Virginia Raggi è stata convocata come testimone oggi in procura nell’ambito dell’inchiesta sulle tangenti per la costruzione del nuovo stadio della Roma a Tor di Valle che nei giorni scorsi ha portato all’arresto di 9 persone tra politici e imprenditori.

Lo riferiscono fonti inquirenti, spiegando che l’audizione di Raggi sarà incentrata sul ruolo del presidente di Acea Luca Alfredo Lanzalone - agli arresti domiciliari da mercoledì, e dimessosi dal vertice della municipalizzata ieri - nella vicenda.

Lanzalone, avvocato genovese specializzato in diritto societario, era stato portato al vertice di Acea dal Movimento 5 stelle. Il Campidoglio detiene il 51% della multiutility capitolina.

L’indagine, basata prevalentemente su intercettazioni ambientali captate nella sede del gruppo del costruttore Luca Parnasi, riguarda una presunta associazione a delinquere finalizzata alla corruzione e a delitti contro la Pubblica amministrazione nelle procedure per realizzare lo stadio.

Secondo gli inquirenti Lanzalone, consulente a titolo gratuito del Comune dal gennaio 2017, avrebbe ricevuto da parte di persone legate al gruppo Parnasi la promessa di incarichi e consulenze per 100.000 euro.

Oltre a Lanzalone e Parnasi sono stati arrestati il vice presidente del Consiglio regionale del Lazio Adriano Palozzi, di Forza Italia, e il consigliere ed ex assessore all’Urbanistica Michele Civita, del Pd. Altre sette persone risultano soltanto indagate. Le accuse, a vario titolo, vanno dall’associazione a delinquere alla corruzione, dall’illecito finanziamento al traffico di influenze.

Sempre oggi verranno interrogati i 9 arrestati e il legale di Parnasi ha fatto sapere ieri che il suo assistito, detenuto a Milano, si avvarrà della facoltà di non rispondere.

Il pm Paolo Ielo, che coordina l’indagine insieme alla sostituta Barbara Zuin, aveva detto mercoledì subito dopo gli arresti che l’AS Roma e la Raggi non “c’entrano niente” con i fatti contestati.

Il nuovo stadio romano che dovrebbe sorgere nella zona di Tor di Valle, nel sud della Capitale, vale un investimento da 1,2 miliardi di euro. La sua costruzione è in mano alla società Eurnova di Parnasi dopo un contratto firmato nel 2014 dal Comune (allora guidato dal centrosinistra) e dalla società Stadio della Roma (Sdr).

L’impianto non sarà di proprietà del club giallorosso, ma della società statunitense As Roma Spv Llc che dal 2011 possiede la maggioranza del club e controlla al 100% la stessa Sdr. La squadra potrà utilizzare lo stadio per almeno 30 anni.

Secondo il sito di Sdr, i lavori per lo stadio dovrebbero cominciare già quest’estate, per terminare nel 2020-21, sempre che l’indagine della Procura non porti a sospensioni.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below