June 15, 2018 / 6:04 AM / 5 months ago

DAZN (Perform) dialoga con tutti per ritrasmissione partite calcio

MILANO, 15 giugno (Reuters) - DAZN, il nuovo player controllato dal gruppo inglese Perform che si è aggiudicato la trasmissione di tre partite a giornata della serie A nel prossimo triennio via streaming, sta dialogando per stringere accordi commerciali e sui diritti di ritrasmissione con Telecom Italia, Vodafone, Wind, Mediaset, Sky e Fastweb.

DAZN non fornisce obiettivi di clientela in Italia, anche perché l’azienda è poco conosciuta, parte da zero abbonati e da una struttura tutta ancora da costruire. Punta, comunque, ad assumere in maniera massiccia da qui a fine anno: il personale crescerà fino a 200 unità rispetto alle 50 attuali.

“Non pensiamo di restare in Italia solo per tre anni, ma ci vogliamo stare per almeno 25 anni”, ha sottolineato il cfo di DAZN, James Rushton, in un incontro con la stampa l’indomani dell’aggiudicazione del pacchetto dei diritti TV. DAZN pagherà 193,3 milioni di euro a stagione, dice una fonte vicina alla situazione.

La maggior parte dei diritti tv è andata a Sky che trasmetterà sette partite del massimo campionato a giornata per 780 milioni l’anno. Al palo Mediaset con la pay tv Premium che, già ieri sera, si è affrettata a chiedere i diritti di ritrasmissione di alcune partite, temendo di perdere gran parte degli abbonati che, senza il calcio, emigrerebbero verso l’offerta in digitale di Sky.

“Faremo una grande campagna commerciale mei prossimi due mesi e siamo aperti a distribuire DAZN con tutti, Telecom, Mediaset, Sky, Fastweb, Vodafone, Wind, quindi con tutte queste tecnologie esistenti”, ha aggiunto il Ceo.

Gli ha fatto eco il Chief commercial officer, Jacopo Tonoli: “Abbiamo ricevuto diverse telefonate dai maggiori player italiani e siamo aperti ad ascoltare tutti e a parlare con tutti su qualsiasi modello commerciale che permetta all’applicazione DAZN di essere accessibile a più utenti su scala nazionale”.

I due manager non si sono sbilanciati sul tipo di accordi riguardo i diritti di ristramissione delle partite, ovvero sulla possibilità che le stesse siano visibili in contemporanea su altre piattaforme, come Premium o Sky, ma con logo e prodotti di DAZN. “Sui diritti di ritrasmissione non posso dire qual è la nostra strategia commerciale. Vogliamo proteggere le tre partite disponibili solo sulla nostra applicazione, ma siamo disponibili ad aprirci”, ha evidenziato Tonoli.

Da qui alla prima diretta del campionato di calcio il 19 agosto prossimo i vertici DAZN assicurano che ci saranno diversi annunci: “Abbiamo zero clienti. Dobbiamo allargare la base e poi vediamo. Certo saremmo interessati alle altre sette partite di Sky, ma commercialmente è una storia diversa”, sottolinea Rushton.

DAZN, già disponibile in diversi Paesi fra cui Germania e Giappone, si presenta con’offerta a 9,99 euro al mese, di cui il primo gratuito e la possibilità di disdire l’abbonamento in ogni momento. Difatto un prodotto simile a Netflix che è poi il pubblico di riferimento di questa nuova Tv.

“Ci rivolgiamo a tutti, naturalmente i millenials sono i più vicini al nostro target, visto che usano già i servizi di Netflix, ma la bellezza di questo pacchetto è soprattutto nella partita del sabato sera che ha un target per tutti”, spiega ancora il Ceo.Visti i costi contenuti dell’abbonamento, poi, DAZN punta anche a scoraggiare chi guarda le partite in maniera illegale. “Parliamo di 2,5-3 milioni di italiani che vedono le partite di serie A illegalmente e riteniamo che la nostra proposta sia diretta anche a loro”.

La società britannica annuncia già che i contenuti sportivi trasmessi sulla piattaforma aumenteranno. “Siamo in trattative per i diritti di altri sport e siamo pronti a moltiplicare gli sport che già trasmettiamo in Germania, come il tennis, il basket e il ciclismo”, rimarca Tonoli.

Infine, un cenno agli investimenti, che saranno pari a 50 milioni per lanciare il servizio nelle prossime settimane e anche per realizzare la redazione sportiva: il gruppo Perform opera in italia da circa dieci anni attraverso una trading company a Milano che occupa attualmente 50 persone. “Quel numero salirà a 200 per la fine dell’anno con assunzioni nel commerciale, nel marketing e fra giornalisti”, ha concluso il Ceo di DAZN.

(Giancarlo Navach)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below