June 11, 2018 / 8:42 AM / 2 months ago

Trump, tweet rabbiosi sugli alleati Nato dopo G7

SINGAPORE, 11 giugno (Reuters) - Il presidente americano Donald Trump ha pubblicato una serie di tweet manifestando la sua rabbia contro gli alleati della Nato, l’Unione europea e il primo ministro canadese Justin Trudeau dopo l’esito del divisivo G7 che ha avuto luogo nel weekend.

Lo scontro sulle politiche commerciali tra Washington e alcuni dei suoi alleati più stretti getta una lunga ombra sugli sforzi di Trump di stringere un accordo con il dittatore nordcoreano Kim Jong Un a Singapore.

Dopo aver lasciato il summit canadese in anticipo, l’annuncio di Trump di ritirare la firma dal comunicato congiunto aveva compromesso quello che già appariva un accordo fragile nel negoziato tra Washington e i suoi alleati più stretti.

“Lo scambio equo dovrebbe chiamarsi scambio da sciocchi se non è reciproco”, ha dichiarato Trump, in volo dal Canada a Singapore.

“Scusate, non possiamo più lasciare che i nostri amici, o nemici, si approfittino di noi sul piano commerciale. Dobbiamo privileggiare i lavoratori americani!”, ha continuato.

Nel comunicato, i partecipanti al summit avevano espresso, nonostante le fratture emerse durante l’incontro, la comune necessità di “commercio libero, equo e mutualmente vantaggioso”, anche se sembra che Washington voglia continuare a imporre misure punitive.

Il rischio è che Trump indisponga nazioni del cui supporto ha bisogno per far pressione sulla Corea del Nord per smantellare l’arsenale nucleare che minaccia gli Stati Uniti.

“Non è giusto nei confronti del popolo americano! 800 miliardi di dollari di deficit commerciale”, ha affermato.

“Perché dovrei permettere ad altre nazioni di continuare a generare grandi surplus come hanno fatto per molti anni mentre i nostri coltivatori, lavoratori e contribuenti devono pagare per questo un prezzo così alto e ingiusto?”

Trump ha anche criticato aspramente altri membri della Nato per contribuire in misura sproporzionatamente minore rispetto agli Stati Uniti per mantenere l’alleanza atlantica.

“Gli Stati Uniti contribuiscono quasi per l’interezza del costo della Nato - proteggendo molte delle nazioni che ci spennano sul piano commerciale (contribuiscono solo per una frazione dei costi - e se la ridono!)”, ha twittato. “L’Unione europea ha generato un surplus di 151 miliardi di dollari - dovrebbe pagare molto di più per la protezione militare!”

“La Germania contribuisce (lentamente) con l’1% del Pil al bilancio della Nato, mentre noi paghiamo il 4% di un Pil molto più alto. C’è qualcuno che crede che ciò abbia senso?”, continua il presidente.

“Proteggiamo l’Europa (il che è un bene) in cambio di un’ingente perdita finanziaria e poi veniamo trattati in maniera ingiusta in fatto di commercio. Il cambiamento sta arrivando!”

Trump ha anche rinnovato gli attacchi al primo ministro canadese Justin Trudeau, che aveva ospitato il G7 in Quebec.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below