April 27, 2018 / 2:07 PM / 3 months ago

PUNTO 1-Creval, verso nuova governance dopo massiccia presenza fondi post aumento

(aggiunge dettagli)

di Andrea Mandalà

MORBEGNO (SO), 27 aprile (Reuters) - La profonda trasformazione dell’azionariato di Creval dopo l’aumento di capitale iperdiluitivo, con la netta prevalenza di fondi internazionali, rende necessaria una rivisitazione delle governance dell’istituto.

A sollecitare il cambiamento, in linea con la nuova natura della banca, è l’azionista francese Denis Dumont, primo socio privato della banca con il 5,12%, mentre sul tema la stessa Creval, oltre ad accogliere la richieste, annuncia che il cantiere è stato già avviato.

“La prospettiva della banca con questa nuova compagine sociale deve essere necessariamente rivista”, ha detto Massimiliano Scrocchi, intervenendo nell’assemblea sul bilancio, in rappresentanza di Dumont.

“L’azionariato oggi è espressione del mondo finanziario internazionale che ha logiche ben diverse da quelle portate avanti fino ad oggi dall’istituto bancario”, ha quindi sottolineato, ricordando che dopo l’aumento di capitale da 700 milioni concluso a fine marzo e che ha determinato il quasi azzeramento dei vecchi soci retail, il 90% circa dell’azionariato di Creval è rappresentato da fondi internazionali.

La lettura del libro soci ha evidenziato, tra i fondi-azionisti rilevanti, Hosking Partners, già presente nell’azionariato di Creval prima dell’aumento, con una quota di poco sopra il 5%, mentre Pitts Robert con il fondo Steadfast Capital ha raggiunto con l’aumento una quota dell’8,5%.

La lista degli investitori istituzionali che hanno preso posizioni sull’istituto valtellinese, attraverso diverse operazioni di prestito titoli o contratti swap, è lunga e include il fondo Algebris di Davide Serra, Blackrock, Morgan Stanley, Societe Generale.

“Questo fatto storico, l’inevitabile cambiamento della compagine sociale, rende questa governance non più rappresentativa del nuovo azionariato. Non vuole essere una critica ma solo un dato di fatto”, ha aggiunto il rappresentante di Dumont.

“Sarebbe anche utile a nostro avviso che al più presto la nuova compagine sociale possa esprimere una propria rappresentanza senza creare una discontinuità netta”, ha precisato. La richiesta è quella di una nuova governance “più agile” rispetto all’attuale composizione del Cda di 15 membri e più “market friendly”.

Quanto ai tempi, Dumont ha inoltre sottolineato che la naturale scadenza dell’attuale Cda, prevista ad aprile del prossimo anno, “potrebbe non essere coerente con l’accelerazione del riassetto di questo istituto e del sistema bancario nazionale”.

CANTIERE GOVERNANCE AVVIATO

Ribadendo quanto già espresso in un’intervista al Sole 24 Ore ieri, il presidente Miro Fiordi ha affermato che le riflessioni su una nuova governance sono partite e il cantiere è stato avviato.

I tempi tecnici attesi, in vista anche al confronto con la Vigilanza, renderebbero impraticabile un’accelerazione rispetto alla scadenza dell’anno prossimo, secondo il presidente.

L’obiettivo, ha spiegato, è quella di riuscire a chiudere il percorso avviato entro Natale per potere portare la nuova lista nell’assemblea sul rinnovo del Cda di aprile del prossimo anno.

Dumont ha inoltre duramente criticato alcune operazioni di cessioni di diritti o di azioni da parte di alcuni membri del board prima della chiusura dell’aumento di capitale. Operazioni che, “se non hanno avuto alcun impatto a livello numerico, hanno avuto un altissimo disvalore simbolico per tutti quegli azionisti che, come noi, hanno creduto nell’aumento di capitale e investito nel piano industriale”.

“Auspico che facciano un passo indietro, nel rispetto di tutti quei soggetti che hanno impegnato risorse e nei confronti degli azionisti che si sono diluiti”, ha concluso.

.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below