April 26, 2018 / 1:10 PM / 5 months ago

PUNTO 1-Bce, crescita più moderata ma outlook solido, tassi fermi-Draghi

(Riscrive con dichiarazioni Draghi in conferenza stampa)

FRANCOFORTE, 26 aprile (Reuters) - La crescita economica della zona euro è in fase di moderazione, ma questa appare al momento come un aggiustamento rispetto al forte andamento dell’anno scorso, legato anche a fattori passeggeri.

Il presidente della Bce Mario Draghi prova a rassicurare gli operatori sulla buona tenuta della congiuntura della zona euro, dopo i dubbi emersi a seguito dei dati più recenti, e conferma la previsione di una crescita che rimarrà “solida e ampia”.

“Gli indicatori economici suggeriscono una qualche moderazione del passo della crescita (economica) dall’inizio dell’anno. Questa moderazione può in parte riflettere un ripiegamento rispetto all’elevato passo di crescita osservato alla fine dello scorso anno, mentre fattori temporanei possono inoltre essere all’opera”, ha affermato Draghi nella conferenza stampa seguita alla riunione di politica monetaria, in cui la Bce, come da attese, ha lasciato invariati i tassi di interesse e confermato la linee sulla gestione delle misure non standard nei prossimi mesi.

Nonostante il rallentamento economico, la Bce si conferma fiduciosa che l’inflazione convergerà verso il target anche se, sottolinea Draghi, dai prezzi devono ancora arrivare segnali convincenti di una tendenza rialzista. Nel frattempo quindi, prosegue il presidente, la banca centrale ritiene ancora necessario un ampio livello di stimolo monetario per l’economia della zona euro.

“BEN OLTRE”

Come atteso il tasso sul rifinanziamento principale è rimasto fermo a zero, quello sui depositi overnight a -0,40%, quello sui prestiti overnight a 0,25%.

Francoforte ha inoltre lasciato immutata la ‘forward guidance’ in materia di tassi, ovvero la previsione che questi rimarranno agli attuali livelli per un periodo prolungato e “ben oltre” l’orizzonte del Qe.

ACQUISTI ASSET

In tema di misure non standard la banca centrale conferma che gli acquisti netti di asset continueranno al ritmo attuale di 30 miliardi di euro al mese fino alla fine del prossimo mese di settembre “o oltre, se necessario, e in ogni caso fino a che il Consiglio direttivo non vedrà un sostenuto aggiustamento del passo dell’inflazione coerente con il suo obiettivo di inflazione”.

Quanto ottenuto dal rimborso a scadenza dei titoli acquistati nell’ambito del Qe verrà reinvestito dalla Bce “per un periodo di tempo prolungato” dopo la fine del programma acquisti, e anche qui in ogni caso finché ritenuto necessario.

L’ultimo sondaggio Reuters, pubblicato la settimana scorsa, mostrava che la maggioranza degli analisti prevede un ritocco verso l’alto di 15 punti base del tasso sui depositi marginali nel secondo trimestre del 2018, mentre per un rialzo del tasso principale occorrerà attendere gli ultimi tre mesi del 2019.

Per il testo integrale del comunicato in italiano .

Alle 14,30 è prevista la conferenza stampa del presidente della Bce Mario Draghi.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below