March 23, 2018 / 7:26 AM / 4 months ago

BORSE ASIA-PACIFICO, pesanti perdite dopo inasprimento Usa Cina su dazi

 INDICI                        ORE  8,10    VAR %    CHIUS. 2017
 ASIA-PAC.                     563,84       -2,47    569,62
 TOKYO                         20.617,86    -4,51    22.764,94
 HONG KONG                     30.117,67    -3,07    29.919,15
 SINGAPORE                     3.408,74     -2,37     3.402,92
 TAIWAN                        10.823,33    -1,66    10.642,86
 SEUL                          2.416,76     -3,18    2.467,49
 SHANGHAI COMP                 3.153,09     -3,38    3.307,17
 SYDNEY                        5.820,70     -1,96    6.065,10
 MUMBAI                        32.507,87    -1,51    34.056,83
 23 marzo (Reuters) - Non è ancora guerra ma già si registra un bagno di sangue
nelle borse della zona Asia-Pacifico che sono tutte in territorio negativo e
scontano pesanti perdite dopo l'inasprirsi del confronto fra Usa e Cina in tema
di export, import e dazi. 
    ** Alle 8,10 circa ora italiana l'indice MSCI, che non
comprende la borsa giapponese, perde il 2,48%. La borsa di TOKYO oggi è
crollata del 4,51%, finora la peggior caduta fra le borse dell'area.
    Ieri Trump ha affermato che il deficit Usa con la Cina è "fuori controllo" e
che c'è un'enorme "situazione di furto di proprietà intellettuale". Trump ha
anche precisato che avvierà negoziati con la Ue per ridurre le barriere
commerciali. Affermazioni che accompagnavano il via libera a nuovi dazi
sull'import cinese per 60 miliardi di dollari che entreranno in vigore fra 30
giorni. 
    Per parte sua il governo cinese ha risposto dicendo che "la Cina non spera
di entrare in una guerra commerciale, ma non ha paura di farlo". Nel comunicato
del ministero del Commercio di Pechino si aggiunge anche che "la Cina spera che
gli Usa facciano un passo indietro dal baratro, prendano decisioni prudenti ed
evitino di trascinare in zona pericolosa le relazioni commerciali bilaterali".
    Ha pesato sui mercati anche il piano cinese per imporre dazi alle
importazioni Usa per 3 miliardi di dollari su maiali vino e tubi d'acciaio.
    ** SYDNEY ha chiuso sfiorando -2% e toccando il minimo mensile.
Hanno sofferto soprattutto le azioni delle aziende che commerciano in materie
prime: l'indice di comparto ha perso il 3%. 
    ** SHANGHAI e HONG KONG intorno alle 8, ore italiana, sono in
caduta con perdite rispettivamente del 4 e del 3% in corso di seduta. 
    I titoli tecnologici, quelli i cui prodotti sono stati presi di mira
dall'amministrazione Usa, stanno registrando le maggiori perdite: gli indici di
comparto perdono rispettivamente il 4,8% a Shanghai e il 4,8% sull'isola.
    Prada perde lo 0,84%.
    ** SEOUL cede oltre il 3%.
    ** TAIWAN e MUMBAI sono in calo oltre l'1,5%, SINGAPORE
 oltre il 2%. 
    
     
    Per  una panoramica su mercati e notizie in  lingua italiana  con
quotazioni,  grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box
di Eikon  la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”
    Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche
su www.twitter.com/reuters_italia
0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below