March 16, 2018 / 3:26 PM / 4 months ago

Eni, situazione sanzioni Russia non chiara, vediamo cosa succede - Descalzi

LONDRA, 16 marzo (Reuters) - I rapporti fra Eni e Rosneft proseguono bene, ma la situazione non è chiara sul fronte delle sanzioni Usa ed europee e, comunque, la major italiana ottempererà a quanto sarà deciso.

E’ quanto ha detto l’AD, Claudio Descalzi, che oggi ha presentato a Londra il piano industriale al 2021.

“Eni è molto attenta a seguire le sanzioni a livello di Usa o Unione europea, abbiamo un rapporto con Rosneft che sta andando bene, ma siamo in una situazione non chiara e da interpretare e stiamo discutendo con le autorità Usa e Ue per vedere cosa succede”, ha sottolineato.

Descalzi ha poi precisato: “Non abbiamo pozzi da perforare quest’anno. E’ un’attività relativamente piccola, abbiamo solo due pozzi in Russia e stiamo attenti a mantenere la relazione con Rosneft, ma dobbiamo anche ottemperare a quanto prevedono norme Usa ed europee”.

Eni e Rosneft stanno realizzando perforazioni nel Mar Nero, mentre il colosso petrolifero russo detiene il 30% del giacimento Zohr di Eni in Egitto.

(Giancarlo Navach)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below