March 15, 2018 / 6:08 PM / 5 months ago

Popolare Vicenza, nuove richieste giudizio per ostacolo vigilanza - fonti

PADOVA, 15 marzo (Reuters) - La procura di Vicenza ha presentato oggi nuove richieste di rinvio a giudizio a conclusione del secondo troncone di inchiesta sul crac di Popolare Vicenza per le ipotesi di reato di ostacolo all’autorità di vigilanza.

Lo hanno riferito fonti giudiziarie, precisando che il filone è quello relativo all’aumento di capitale del 2014, deciso in preparazione agli stress test, e che i pm Luigi Salvadori e Gianni Pipeschi hanno chiesto il giudizio per l’ex direttore generale Samuele Sorato, il suo vice Emanuele Giustini e la stessa banca, come persona giuridica, per il reato di ostacolo alla sola Consob.

I pm hanno invece chiesto il rinvio a giudizio per ostacolo a Bankitalia e Bce per l’ex presidente Gianni Zonin e gli altri quattro indagati del primo filone di indagine.

Non è stato possibile al momento ottenere un commento dai legali degli indagati.

Tutte le persone per cui è stato chiesto questo nuovo rinvio a giudizio, tranne Sorato, sono già imputati nell’udienza preliminare in corso a Vicenza per le ipotesi di reato di aggiotaggio e falso in prospetto. La prossima data dell’udienza è fissata al 21 aprile.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below