December 12, 2017 / 12:23 PM / in 7 months

Banche, Ue studia incentivi a investimenti 'verdi' a tutela clima e ambiente

BRUXELLES, 12 dicembre (Reuters) - La Commissione europea potrebbe ammorbidire le norme sui coefficienti patrimoniali delle banche disposte a investire in progetti a difesa del clima e dell’ambiente.

Lo dice alla stampa il vicepresidente Valdis Dombrovskis, illustrando una misura che dovrebbe inserirsi in una proposta che verrà presentata in marzo mirata a ridurre del 40% le emissioni di gas a effetto serra entro il 2030, obiettivo per cui stima siano necessari investimenti aggiuntivi in progetti a basso tenore di carbonio pari a 180 miliardi l’anno.

Incaricata di presentare proposte legislative a livello di Unione europea, la Commissione “guarda con favore” all’ipotesi di abbassare i requisiti patrimoniali sugli investimenti ‘verdi’ delle banche. “Si potrebbe procedere in primo luogo ammorbidendo le richieste sui coefficienti di capitalizzazione nel caso di investimenti a tutela del clima e dell’ambiente, come per esempio mutui a risparmio energetico o auto elettriche” spiega partecipando al vertice parigino ‘One Planet’ nel secondo anniversario dell’accordo sul clima siglato proprio nella capitale francese.

Il numero due dell’esecutivo Ue spiega che i nuovi incentivi potrebbero essere modellati sull’esempio di quelli già applicati per gli investimenti in piccole e medie imprese o progetti di infrastrutture di elevata qualità.

Attualmente, Bruxelles concede uno ‘sconto’ di 23,8% in termini di impegno di capitale agli istituti di credito che finanziano piccole e medie imprese fino a 1,5 milioni di euro, e valuta l’ipotesi di portare lo sconto a 15% nel caso di investimenti oltre tale soglia.

L’entità dell’eventuale agevolazione è ancora in discussione e potrebbe tener conto dei minori rischi legati al clima per le banche impegnate in investimenti ‘verdi’.

Si tratterebbe di una diversificazione della strategia finora adottata dalla Ue per incentivare gli investimenti a tutela del clima e dell’ambiente, a oggi basata soprattutto sulla richiesta di nuovi requisiti.

La Commissione ha proposto una più rigorosa supervisione sul sistema bancario per promuoverne la sostenibilità e il consiglio Ecofin ha persino discusso l’ipotesi di stress test sugli istituti di credito basati sull’esposizione al rischio clima, come condizioni meteorologiche estreme o volatilità dei costi energetici.

Bruxelles valuta inoltre di introdurre un obbligo di legge per le società di gestione, tenute a tener conto del rischio clima nella selezione del portafoglio per la clientela.

L’approccio del genere ‘bastone e carota’ risponderebbe in parte a una richiesta delle banche stesse. Di ieri una nuova sollecitazione da parte della Fbf — federazione bancaria francese — a tener conto del “fattore verde”.

La Commissione, spiega sempre Dombroskis, sta anche lavorando a un sistema di classificazione nella definizione di ‘sostenibilità’ degli investimenti.

Un marchio comune Ue sui ‘green bond’ dovrebbe favorire questa categoria di investimenti, il cui grado di attrattiva è in crescita ma resta inferiore ai prodotti di investimento più tradizionali.

Nel 2016 — dice il rapporto di un gruppo di studio Ue sulla finanza sostenibile — i Green Fund avevano in gestione circa 145 miliardi di euro, contro i 3.100 miliardi dei fondi obbligazionari e i 3.400 miliardi degli azionari.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below