November 21, 2017 / 9:17 AM / 8 months ago

PUNTO 1-Italia, Istat rivede al rialzo crescita Pil 2017 a +1,5% da +1%

 (Aggiunge background)
    ROMA, 21 novembre (Reuters) - L'Istat ha rivisto al rialzo
la stima della crescita del Pil italiano nel 2017 portandola, in
linea con quella governativa, a +1,5% dalla precedente
previsione di +1%.
    Lo si legge nella nota diffusa oggi sulle prospettive
dell'economia italiana nel 2017 e 2018, nella quale si ricorda
che nel 2016 il Pil aveva fatto registrare un aumento dello
0,9%.
     "La previsione del tasso di crescita del Pil per l’anno
corrente è stata rivista al rialzo di 0,5 punti percentuali,
prevalentemente a riflesso di un’accelerazione dei consumi delle
famiglie superiore a quanto previsto a maggio 2017", spiega
l'Istat. "La revisione della spesa delle famiglie è influenzata
in parte dall’aggiornamento delle stime di contabilità
nazionale, che hanno subito un incremento pari a 0,6 e 0,2 punti
percentuali rispettivamente nel 2015 e nel 2016".
    "Rispetto a maggio 2017 la revisione è stata caratterizzata
da due elementi: il mutamento dello scenario mondiale, che ha
determinato un’accelerazione degli scambi internazionali, e
l’aggiornamento delle stime di contabilità nazionale per gli
anni 2015-16 diffuse a settembre", aggiunge l'Istituto. 
    Per il 2018, l'Istat prevede una crescita del prodotto
interno lordo pari a +1,4%.
    Il governo Gentiloni stima sia per il 2017 che per il 2018
un incremento del Pil dell'1,5%.
    Secondo dati provvisori, nel terzo trimestre del 2017 il Pil
è cresciuto in termini congiunturali dello 0,5% e dell'1,8% in
termini tendenziali. La variazione acquisita per il 2017 è pari
a +1,5%.
      Nella nota diffusa oggi, l’aumento della spesa delle
famiglie in termini reali è stimato in leggero rallentamento
rispetto agli anni precedenti, con un incremento dell’1,4% nel
2017 e dell’1,3% nel 2018. "La crescita dei consumi
continuerebbe ad essere supportata dai miglioramenti del mercato
del lavoro e del reddito disponibile, solo parzialmente limitati
dal contenuto rialzo dei prezzi al consumo", si legge.
    L’attività di investimento è attesa in ripresa, beneficiando
sia del miglioramento delle aspettative sull’andamento
dell’economia sia degli effetti positivi sul mercato del credito
derivanti dal proseguimento della politica monetaria espansiva
della Banca centrale europea. Gli investimenti fissi lordi sono
previsti crescere del 3,0% nel 2017 e del 3,3% nel 2018.
    Il proseguimento della dinamica positiva del mercato del
lavoro determinerebbe, secondo l'Istituto, un aumento
dell’occupazione sia nell’anno corrente (+1,2% in termini di
unità di lavoro) sia nel 2018 (+1,1%) contribuendo ad una
progressiva diminuzione del tasso di disoccupazione
(rispettivamente 11,2% e 10,9% nei due anni).
    (Valentina Consiglio)
     
0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below