14 novembre 2017 / 17:52 / 6 giorni fa

Cattolica, utile netto 9 mesi scende a 30 mln, delibera emissione bond

MILANO, 14 novembre (Reuters) - Cattolica Assicurazione chiude i primi nove mesi con un utile netto consolidato di 30 milioni di euro, in calo del 46,4% rispetto al 30 settembre 2016.

Il risultato netto tiene conto degli impatti economici di natura non ricorrente derivanti dall‘applicazione delle nuove procedure di impairment test, per un totale di 67 milioni, già contabilizzate nella prima metà dell‘anno, spiega una nota.

La raccolta premi complessiva del lavoro diretto ed indiretto danni e vita ha raggiunto i 3,669 miliardi, in crescita del 5,1%.

Il combined ratio passa da 93,2% al 30 settembre 2016 a 94,9% (93,4% al 30 giugno 2017). La variazione è dovuta principalmente ai sinistri collegati agli eventi atmosferici verificatisi nel corso del terzo trimestre 2017 che hanno pesato per circa 1,5 punti percentuali e alla diminuzione della redditività del ramo auto a fronte del protrarsi del calo del premio medio che sta interessando tutto il mercato, dice la nota.

L‘indice Solvency II del gruppo è pari a 185%.

Dopo le svalutazioni apportate nel semestre con la finalità di adeguare i modelli valutativi del gruppo all‘approccio Solvency II, in linea con i principi di massima prudenza, il gruppo conferma “gli andamenti industriali previsti per l‘esercizio in corso, al netto degli eventi atmosferici che hanno caratterizzato il terzo trimestre e nonostante il perdurare della forte competitività sui prezzi nei rami danni nonché gli impatti sulla nuova produzione vita, prevalentemente collegati alla situazione della Banca Popolare di Vicenza”.

Il Cda oggi ha anche deliberato l‘emissione di un prestito obbligazionario subordinato Tier 2 fino a un ammontare complessivo massimo di 500 milioni di euro, riservato ai soli investitori qualificati.

L‘operazione, spiega la nota, è volta a rafforzare il profilo patrimoniale e finanziario di Cattolica, tenuto conto del perfezionamento dell‘accordo con Banco Bpm per l‘acquisizione del 65% di Avipop Assicurazioni e Popolare Vita e dell‘avvio di una partnership strategica tra il Gruppo Banco Bpm e Cattolica Assicurazioni per una durata di 15 anni.

Tenuto conto dell‘emissione obbligazionaria “si ritiene che l‘impatto sull‘indice Solvency II di gruppo sia pari ad una diminuzione di circa 15 punti percentuali, che potranno essere ulteriormente ridotti grazie ad attività di capital management già allo studio”.

I clienti Reuters possono leggere il comunicato integrale cliccando su

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below