October 31, 2017 / 11:49 AM / a year ago

PUNTO 1-Italia, inflazione ottobre a 1%, conferma differenziale con zona euro

(aggiunge dettagli, commenti)

MILANO/ROMA, 31 ottobre (Reuters) - Il tasso di inflazione italiano non si allontana dall’area 1%. Anzi nel mese di ottobre, a causa di un fattore straordinario legato a maggiori esoneri dalle tasse universitarie, ritorna all’1,0% annuo dall’1,1% di settembre.

“Al di là del fattore molto specifico legato all’istruzione, la velocità di crociera dell’inflazione italiana non cambia. Il trend sottostante è stabile in area 1%” commenta Paolo Mameli, economista di Intesa Sanpaolo. “I picchi della primavera più vicini al 2% erano dovuti all’effetto base delle materie prime, con prezzi bassi nella prima parte del 2016, e si sono esauriti”.

Resta il differenziale con la zona euro che a ottobre ha registrato un tasso di inflazione annuo dell’1,4%, in calo dall’1,5% del mese precedente e ben lontano dall’obiettivo della Bce a ridosso del 2%.

In Italia l’indice Nic dei prezzi al consumo ha registrato una variazione di -0,2% su mese e di +1,0% su anno. Il dato è sotto le attese di Reuters (invariato su mese, +1,3% su anno).

L’indice armonizzato Ipca nel mese in osservazione ha registrato una variazione nulla su mese e un +1,1% su anno, sotto le attese (+0,2% su mese, +1,3% su anno).

In particolare per la spesa per l’istruzione, a causa dell’estensione dell’esenzione dal contributo per la fascia di studenti a più basso reddito familiare, vi è stato un calo di oltre il 16% sia su mese sia su anno.

Mameli stima la sua incidenza negativa sulla variazione dell’indice generale Nic in due decimi.

PESANO FATTORI STAGIONALI

L’andamento dell’inflazione è stato contenuto anche da fattori stagionali.

La fine dell’estate ha pesato sui trasporti (-0,5% su mese), in calo per le minori tariffe aeree e marittime che hanno più che compensato l’aumento di prezzo dei carburanti, e sulla voce ‘servizi ricettivi e di ristorazione” (-0,7% su mese) a causa della ridotta domanda per hotel e ristoranti.

Tra le voci positive spicca il rialzo dei beni alimentari (+0,8%) “anche in questo caso per fattori stagionali” sottolinea Mameli.

In questo quadro l’inflazione core, quella al netto di beni energetici e alimentari freschi, scende a +0,5% da +0,7% a settembre.

(Valentina Consiglio, Luca Trogni)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below