September 25, 2017 / 6:30 AM / a year ago

BORSE ASIA-PACIFICO in calo su incertezza politica, timori Cina

 INDICI                        ORE  8,15    VAR %    CHIUS. 2016
 ASIA-PAC.                     535,10       -0,64    426,67
 TOKYO                         20.397,58    0,50     19.114,37
 HONG KONG                     27.581,78    -1,07    22.000,56
 SINGAPORE                     3.215,96     -0,13     2.880,76
 TAIWAN                        10.335,89    -1,09     9.253,50
 SEUL                          2.381,16     -0,32     2.026,46
 SHANGHAI COMP                 3.340,60     -0,36     3.103,64
 SYDNEY                        5.683,70     0,03      5.665,79
 MUMBAI                        31.603,89    -1,00    26.626,46
    
    25 settembre (Reuters) - Le borse dell'area Asia-Pacifico viaggiano in
territorio negativo, con l'euro debole per l'incertezza dello scenario politico
in Germania e dopo il voto neozelandese in cui i conservatori hanno ottenuto una
vittoria soltanto parziale.
    Pesano sui listini anche i timori per l'economia cinese.
    L'indice MSCI, che non comprende Tokyo, alle 8,15 segna
-0,64% a 535,10 punti. L'indice Nikkei ha chiuso invece in rialzo dello
0,5%.
    In Germania, la Cdu/Csu della cancelliera Angela Merkel ha vinto nuovamente
le elezioni, ma perdendo voti e seggi, mentre i socialdemocratici hanno
riportato un pessimo risultato, il peggiore da decenni, e annunciato la fine
della grande coalizione. Impennata per la destra dell'AfD.
    "Il mercato ha reagito (al risultato elettorale in Germania) vendendo euro
sulla possibilità che Merkel abbia difficoltà a formare una coalizione. L'euro,
comunque, sta perdendo sostegno per la politica monetaria della Banca centrale
europea e sembrava già in calo da solo", dice Daisuke Karakama, chief market
economist di Mizuho Bank a Tokyo.
    "Il risultato delle elezioni in Germania mostra che il paese non rappresenta
più un'eccezione in Europa, mentre cresce il sostegno ai populisti e all'estrema
destra".
    In Nuova Zelanda il kiwi, l'undicesima moneta più scambiata al mondo, ha
subito un calo dell'1% e si avvia alla perdita giornaliera più forte da maggio.
    In Cina, diverse città hanno varato nuove misure per far calare i prezzi
immobiliari, causando un calo degli indici di borsa. Ma pesa anche il timore che
la nuova politica ambientalista del governo possa ridurre la domanda e, di
conseguenza, l'economia. Non aiutano neanche anche due eventi della scorsa
settimana: le decisioni della Federal Reserve Usa sulla politica monetaria e il
downgrade del rating sovrano da parte di Standard & Poor's.
    ** HONG KONG cala dell'1%, trascinata al ribasso dal comparto
immobiliare. Il titolo Prada perde il 3,5% circa.
    ** SHANGHAI perde lo 0,3%.
    ** TAIWAN ha chiuso in ribasso dell'1,1%, dopo il calo dell'1,2%
venerdì scorso.
    ** SYDNEY piatta in chiusura.
    ** In calo SEUL per la quinta seduta negativa di seguito, mentre
continuano le tensioni tra Usa e Corea del Nord, e MUMBAI.
    ** SINGAPORE in leggero calo.

         
Per  una panoramica su mercati e notizie in  lingua italiana  con quotazioni, 
grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon  la
parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”
Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. 
Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia
0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below