February 15, 2017 / 6:59 PM / a year ago

Intesa-Generali, per Messina strada maestra è soluzione amichevole - fonti

di Gianluca Semeraro

MILANO, 15 febbraio (Reuters) - Una soluzione non ostile che riesca a mettere d’accordo tutti, non soltanto i soci minori di Generali ma anche la stessa compagnia triestina e il suo principale azionista Mediobanca.

È questa, secondo alcune fonti vicine alla situazione, la strada maestra, per quanto non facile, che il Ceo di Intesa Sanpaolo Carlo Messina ha davanti nello studio di una proposta di integrazione con Generali.

E anche alcuni soci di Trieste sono convinti che qualunque proposta debba prima essere discussa con i vertici della compagnia e poi con i singoli soci. “Intesa non deve parlare con noi. Deve parlare prima con Galateri e Donnet”, dice infatti una fonte vicina a uno degli azionisti di Generali.

Lo stesso Messina qualche settimana fa aveva sgombrato il campo da qualsiasi ipotesi di scalata ostile su Generali. “Non facciamo operazioni corsare”, ha detto in occasione dei festeggiamenti per il decennale della fusione tra Banca Intesa e Sanpaolo Imi. E anche il presidente Gian Maria Gros-Pietro ha lanciato la settimana scorsa un messaggio distensivo sottolineando che Generali non ha nulla da cui difendersi.

A Trieste prevale tuttavia ancora una certa cautela. La compagnia, subito dopo le prime indiscrezioni stampa, ha preso in prestito titoli il 3% di Intesa, limitando le possibili azioni della banca a un’offerta su almeno il 60%, quindi più complessa e costosa rispetto ad altre opzioni non più percorribili. E ora studia come mantenere la quota in una forma più conveniente.

Difficile poi immaginare al momento una soluzione che incontri il gradimento anche di Mediobanca, primo socio di Generali con il 13%. Nella call sulla semestrale l’AD Alberto Nagel ha dichiarato che Piazzetta Cuccia va avanti per la sua strada con il piano presentato a novembre che prevede la discesa in Generali al 10% entro giugno 2019. E a dispetto delle letture di alcuni, il prezzo di 17-18 euro indicato come soglia per la discesa nella compagnia non va interpretato come messaggio per Intesa, sottolinea una fonte.

Nella stessa occasione, riferendosi tuttavia alla vicenda Mediaset-Vivendi , Nagel ha dichiarato che le operazioni di concentrazione vanno fatte in maniera amichevole. Anche in questo caso, a dispetto di alcune intepretazioni, non era un messaggio per la vicenda Generali.

In una serie di riunioni a Londra con gli investitori, Messina ha ribadito che qualunque operazione non farà venir meno le promesse sui dividendi né intaccherà i ratio patrimoniali, come riferito da alcune persone presenti.

“Che Generali fosse potenzialmente appetibile era abbastanza nelle cose, ma che Intesa emergesse come potenziale acquirente non era quello che ci si aspettava”, commenta una delle persone presenti. “Non è però un’idea così balzana e strategicamente va nella direzione che Messina ha sempre dichiarato di rafforzarsi nell’asset management, nel private banking e nell’assicurazione. È un deal complesso che presenta rischi di esecuzione alti”, ha aggiunto.

Sui tempi di un’eventuale operazione oggi Gros-Pietro ha detto che non c’è alcuna deadline per una decisione né accelerazioni sul dossier. E di fronte alle numerose indiscrezioni che si susseguono in questi giorni sui dettagli di un’offerta Intesa, ha tagliato corto ribadendo che “non c’è nessuna operazione”.

Il mercato intanto attende, non senza un certo nervosismo, novità: “la tesi speculativa rimane predominante” su Generali, commentava in mattinata un analista non citabile. Il titolo ha perso l’1,87% dopo due sedute in forte rialzo con volumi nella norma. Intesa ha guadagnato lo 0,83%.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below