September 24, 2019 / 12:25 PM / 3 months ago

Procura tedesca accusa vertici Volkswagen per scandalo emissioni

FRANCOFORTE, 24 settembre (Reuters) - La magistratura tedesca accusa di manipolazione del mercato azionario l’AD di Volkswagen Herbert Diess, l’ex AD Martin Winterkorn e il presidente Hans Dieter Poetsch, in relazione allo scandalo del dieselgate.

Gli imputati non avrebbero intenzionalmente informato per tempo gli investitori in merito all’impatto finanziario dello scandalo, secondo il comunicato della procura di Braunschweig, nel nord della Germania.

Sono in corso procedimenti giudiziari sull’utilizzo di software illegali per alterare i test sulle emissioni diesel, ammesso nel 2015 dalla casa automobilistica. L’accusa della procura fa parte di un’azione legale separata per processare i dirigenti sulle accuse di ritardo nella divulgazione dello scandalo agli investitori.

L’avvocato di Diess ha dichiarato che l’AD non avrebbe potuto prevedere le ricadute sul mercato finanziario e che continuerà nel suo ruolo di amministratore delegato.

Winterkorn si era dimesso nei giorni successivi allo scandalo. All’inizio del 2017 aveva detto di non essere stato a conoscenza della frode se non quando fu ammessa ufficialmente da Vw.

I titoli di Vw persero fino al 37% nei giorni successivi allo scandalo.

Se gli investitori avessero saputo della frode perpetrata da Vw, avrebbero potuto vendere i propri titoli prima o avrebbero evitato acquisti, secondo i procuratori.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below