May 24, 2019 / 8:44 AM / 7 months ago

BORSA SHANGHAI-Quinta settimana di calo su crescenti timori commerciali

24 maggio (Reuters) - La borsa di Shanghai chiude quasi piatta venerdì, archiviando la quinta settimana consecutiva di flessione su timori che le tensioni commerciali tra Cina e Stati Uniti si stiano trasformando in una guerra fredda del settore tech.

** L’indice dei titoli blue-chip CSI300 è salito dello 0,3%, mentre lo Shanghai Composite Index è rimasto invariato.

** Questa settimana il CSI300 ha perso l’1,5%, in ribasso per la terza settimana di fila, mentre il SSEC ha perso l’1% chiudendo con il quinto calo consecutivo su base settimanale.

** Il Presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha detto giovedì che i problemi di Washington con Huawei Technologies potrebbero essere risolti nell’ambito di un accordo commerciale tra Cina e Stati Uniti, definendo allo stesso tempo il gigante delle telecomunicazioni cinese “molto pericoloso”.

** Il dipartimento del commercio statunitense ha proposto giovedì una nuova norma per imporre dazi anti-sussidi su prodotti provenienti da paesi che svalutano le proprie valute rispetto al dollaro, un’altra mossa che potrebbe portare a dazi più alti su beni di importazione cinese.

** La Cina ha detto che gli Stati Uniti devono correggere le proprie “azioni sbagliate” per poter proseguire con le trattative commerciali dopo la messa al bando di Huawei, una mossa che si è ripercossa sull’intera catena di approvvigionamento a livello mondiale e pesato sui titoli tecnologici.

** Nel breve termine, l’impatto delle tensioni commerciali tra Cina e Stati Uniti è enorme, data l’incertezza sugli esiti della questione commerciale, e i deflussi di capitali potrebbero intensificarsi se lo yuan cinese si indebolisse in seguito alle al crescere delle tensioni, secondo Xu Peidong, analista per BOC International.

** Alle 9,16 italiane, lo yuan era a 6,9039 sul dollaro statunitense, in rialzo dello 0,11% rispetto all’ultima chiusura.

** I migliori performer sullo Shanghai Composite Index sono stati Jiangsu Zijin Rural Commercial Bank, in rialzo del 10,08%, seguito da Huafang, che ha guadagnato lo 10,07% e Jiangxi Guotai Group, in rialzo del 10,06%.

** I peggiori performer sull’indice di Shanghai sono stati Zhangjiagang Freetrade Science & Technology Group, in calo del 10,05%, seguito da Shanghai Fudan Forward S&T che ha perso il 10,02% e Fujian Start Group , in ribasso del 9,99%.

** L’indice di Shanghai è salito 14,4% finora quest’anno mentre il CSI300 ha guadagnato il 19,4%. L’indice cinese delle azioni di categoria H quotate ad Hong Kong è salito del 3,2%. Le azioni di Shanghai hanno perso il 7,32% questo mese.

** Intorno alle 9,17 italiane, le azioni cinesi di categoria A scambiavano con un sovrapprezzo del 25,67% rispetto alle azioni quotate ad Hong Kong di categoria H. ( (Tradotto da Redazione Gdynia, email enrico.sciacovelli@thomsonreuters.com, Reuters messaging: enrico.sciacovelli.thomsonreuters.com@reuters.net)

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below