August 13, 2018 / 4:36 PM / 4 months ago

Turchia, lira risale da minimo record, mercati ancora nervosi

ISTANBUL/ANKARA, 13 agosto (Reuters) - La lira turca si è ripresa dal minimo storico di 7,24 contro il dollaro dopo che la Banca centrale ha promesso di fornire liquidità. La valuta rimane comunque sotto pressione e la perdita di valore continua a movimentare i mercati di tutto il mondo.

La valuta nel corso di quest’anno ha perso più del 40% del suo valore nei confronti del dollaro, principalmente per timori collegati alla sempre maggiore influenza del presidente Tayyip Erdogan sull’economia, alle sue ripetute richieste di abbassamento dei tassi d’interesse e al peggioramento dei rapporti con gli Stati Uniti.

Nei giorni scorsi, il calo della lira ha causato ripercussioni sui mercati europei e su quello americano a causa della preoccupazione degli investitori per l’esposizione delle banche nei confronti della Turchia.

Il colpo ha raggiunto anche i mercati asiatici e ha spinto la domanda per valute sicure come dollaro, franco svizzero e yen. Anche i titoli delle principali banche europee hanno perso terreno.

Gli analisti commentano che la crisi era prevedibile da molto tempo e dipende principalmente il rifiuto da parte della Turchia di aumentare i tassi d’interesse per frenare l’inflazione, che ha ormai raggiunto la doppia cifra, e rallentare un’economia ormai surriscaldata. Erdogan ha affermato che la Turchia è l’obiettivo di una guerra economica.

Ha anche aggiunto che prevede che il tasso di cambio torni a un “livello razionale” e che la Turchia dispone di un piano d’azione da mettere in atto.

La banca centrale, che aveva stupito i mercati il mese scorso mantenendo i tassi bassi nonostante il cambio in picchiata, ha annunciato misure riguardanti liquidità e riserve dopo che il ministro delle Finanze Berat Albayrak ha reso noto che il piano entrerà in azione a partire da oggi.

La domanda di liquidità delle banche dovrebbe essere coperta al tasso overnight del 19,25% (150 punti base al di sopra del benchmark repo settimanale) anche se i fondi potrebbero non essere utilizzati perché le richieste sono state basse.

Potrebbe essere il primo passo verso una politica più restrittiva, da implementare attraverso un corridoio di tassi d’interesse, secondo i banchieri.

Questa decisione libererà 10 miliardi di lire, secondo quanto comunica la banca. Anche se le misure rassicureranno gli investitori sulla stabilità finanziaria, non ci sarà un impatto diretto sulla lira perché non avranno influenza sul tasso di cambio, commentano gli analisti.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below