May 23, 2018 / 2:21 PM / 2 months ago

UniCredit, Caius ha inviato nuova lettera a Eba, chiede esame cashes secondo Crr

MILANO, 23 maggio (Reuters) - Il fondo hedge Caius Capital ha inviato una nuova lettera all’Eba, dopo la risposta di presa visione dell’authority alla missiva del 3 maggio, sottolineando che le spiegazioni fornite da UniCredit in merito al trattamento dei ‘cashes’ rafforzano l’idea che tutte le azioni ordinarie non siano computabili nel Cet1.

La lettera è stata inviata al presidente dell’Eba Andrea Enria e per conoscenza alla responsabile della supervisione bancaria della Bce, Danièle Nouy, e al ceo di UniCredit Jean Pierre Mustier.

Nella prima lettera Caius mette in discussione il calcolo del Cet1 di UniCredit che non sarebbe corretto in base alle regole Ue a meno che non siano convertiti in titoli ordinari i quasi 3 miliardi di cashes, strumenti finanziari complessi emessi nel 2008 e sottoscritti da alcuni grandi soci.

In quell’occasione UniCredit ha replicato che il trattamento patrimoniale dei cashes è in linea con l’attuale regolamentazione. Inoltre il trattamento regolatorio è stato pienamente comunicato al mercato e confermato e rivisto dai regolatori competenti e l’attuale contributo di questi strumenti alla situazione patrimoniale della banca non ha sostanziale impatto su ratios, ha aggiunto la banca.

Successivamente Caius ha inviato una lettera a Mustier chiedendo chiarimenti urgenti.

“Grazie per aver risposto alla lettera del 3 maggio. Dopo quella lettera UniCredit ha reso ulteriori dichiarazioni e spiegazioni in relazione ai cashes. Queste ulteriori dichiarazioni hanno solo rafforzato la convinzione che i ricavi della transazione e tutte le azioni ordinarie UniCredit non dovrebbero essere computabili come Cet1 secondo la direttiva Crr”, si legge nella lettera di Caius.

“Nonostante le dichiarazioni di UniCredit riguardo alle approvazioni delle transazioni sui cashes da parte delle autorità competenti e alla luce delle notizie di stampa secondo cui Eba non ha approvato o discusso sui cashes dalla ristrutturazione del 2011 (e quindi in nessun momento dall’introduzione della Crr nel 2014), riteniamo che ulteriore chiarezza su questo punto da parte di Eba o di UniCredit sia dovuta per facilitare la formazione di un prezzo efficiente nei titoli rilevanti”, prosegue la lettera.

“In ogni caso auspichiamo una valutazione dell’Eba sull’operazione secondo la Crr alla prima occasione”, si legge ancora nella lettera.

(Gianluca Semeraro)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below