May 23, 2018 / 8:51 AM / in 4 months

Confindustria chiede garanzie su calo debito, non toccare Ilva e Tav

ROMA, 23 maggio (Reuters) - Confindustria chiede che la politica sappia gestire un contesto preoccupante garantendo che l’Italia si muova all’interno della cornice europea con l’obiettivo di ridurre il debito pubblico e senza retromarce su grandi opere come la Tav o complessi industriali come l’Ilva.

Aprendo l’assemblea annuale dell’associazione, il presidente Vincenzo Boccia fa molti riferimenti critici, pur senza citarlo esplicitamente, al contratto di M5s e Lega, chiedendo “saggezza, responsabilità e senso del limite”.

“Non è più tempo di inflazione e il nostro nemico rimane il debito”, dice Boccia citando il Faust di Goethe.

Nel contratto, formalizzato la scorsa settimana, M5s e Lega annunciano una politica di ricorso “appropriato e limitato” all’aumento del deficit e sostengono la necessità di rivedere i Trattati europei in accordo con gli altri Stati membri.

Per Boccia invece “occorre una politica che rassicuri sulla graduale riduzione del debito pubblico creando le precondizioni per la crescita e la creazione di lavoro”.

Anziché “tagli generalizzati di imposte, come la flat tax proposta da M5s e Lega, Boccia chiede “una minore tassazione sui fattori di produzione a partire dal lavoro”.

Anche l’intervento sulle pensioni richiede prudenza e, secondo il capo degli industriali, occorre dare priorità alla creazione di occupazione soprattutto per i giovani.

Dove i riferimenti al contratto sono più espliciti è soprattutto sulle grandi opere. Sarebbe “una enorme perdita di credibilità” mettere in discussione scelte strategiche come quelle su Tav, Tap e Terzo Valico.

È poco comprensibile inoltre prospettare una chiusura dell’Ilva mentre gli Stati Uniti annunciano dazi per aumentare la produzione nazionale di acciaio, dice Boccia.

“Quale messaggio diamo a un investitore, nazionale o straniero, con le incertezze sull’Ilva di Taranto?”, si chiede Boccia che, all’indomani delle elezioni di inizio marzo, si era detto non spaventato dal successo elettorale del Movimento 5 stelle.

Lo stallo perdurante a oltre due mesi dal voto conferma, secondo Boccia, che “bisogna riprendere in mano il cantiere delle riforme istituzionali per garantire la governabilità”.

(Stefano Bernabei e Giuseppe Fonte)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below