November 7, 2017 / 1:19 PM / 8 months ago

Intesa, netto trim3 a 650 mln, impatto venete 81 mln, conferma dividendi 2017

MILANO, 7 novembre (Reuters) - Intesa Sanpaolo batte le attese con l’utile netto del terzo trimestre, prevede un risultato complessivo dell’anno in crescita sul 2016 e conferma l’impegno a distribuire sul 2017 un dividendo di 3,4 miliardi, come previsto dal piano industriale.

Il risultato netto del terzo trimestre si è attestato a 650 milioni di euro, contro i 628 milioni di un anno prima. Il consensus raccolto da Reuters con sette analisti indicava un utile netto di 636 milioni.

L’utile salirebbe a 731 milioni se si esclude l’impatto dei rami acquisiti di Popolare Vicenza e Veneto.

Nei primi nove mesi l’utile netto si attesta a 5,9 miliardi con il contributo pubblico cash da 3,5 miliardi legato all’acquisizione delle due venete. Senza il contributo e senza l’impatto dei rami acquisiti, l’utile netto si attesta a 2,47 miliardi. Il dato è in linea con l’impegno a distribuire 3,4 miliardi in dividendi cash per il 2017 come previsto dal piano, si legge in una nota.

La banca prevede un utile netto consolidato per il 2017 superiore a quello del 2016 anche senza considerare il contributo pubblico. Per il quarto trimestre, inoltre, è prevista la contabilizzazione della plusvalenza da 800 milioni dalla cessione di Allfunds.

A fine settembre il Cet1 pro forma a regime si attesta al 13,4% (dal 13% di fine giugno), mentre ‘transitional’ è al 13% (dal 12,5%).

In calo lo stock di crediti deteriorati (-9,1% al netto delle rettifiche rispetto a fine dicembre), delle sofferenze (-8,4%) e delle inadempienze probabili (-9,5%). Le coperture sono al 49,5% per i crediti deteriorati e al 60,8% per le sofferenze. Nel trimestre sono state effettuate rettifiche su crediti per 646 milioni in calo dai 737 milioni del secondo trimestre.

I proventi operativi netti nel terzo trimestre si sono attestati a 4,08 miliardi in calo del 6,2% rispetto al secondo trimestre: gli interessi netti sono calati del 3,6% a 1,75 miliardi, mentre le commissioni nette sono stabili a 1,9 miliardi (+7,6% rispetto a un anno prima). Il risultato dell’attività di trading è di 208 milioni (in calo dai 365 milioni).

Con costi operativi a 2,122 miliardi (-1,7%) il risultato della gestione operativa ammonta a 1,96 miliardi (-10,7%).

Il titolo non ha sostanzialmente reagito alla diffusione dei conti: alle 13,50 sale dello 0,84% a 2,866 euro, poco meglio delle banche italiane (lo stoxx di settore segna +0,39%).

Un analista del settore bancario segnala una top line debole, ma anche, come fattori positivi, la conferma del dividendo e i numeri migliori sul capitale.

(Gianluca Semeraro)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below