April 4, 2017 / 1:33 PM / a year ago

Acsm-Agam farà da capofila in fusione con Aspem, Lario e Aevv

MILANO, 4 aprile (Reuters) - Acsm-Agam, la multiutility di Como e Monza, avrà un ruolo da capofila nel processo di aggregazione con Aspem Varese, Lario reti holding Lecco e Azienda energetica Valtellina e Valchiavenna, restando quotata a Piazza Affari. A2A, la superutility lombarda che ha il 24% circa di Acsm-Agam, il 90% di Aspem e il 9,4% della utility di Sondrio crescerà nel capitale riposizionandosi, diventando comunque il primo socio del nuovo gruppo.

E’ questo il piano di lavoro attorno al quale stanno lavorando le aziende coinvolte, secondo quanto dicono a Reuters alcune fonti vicine al dossier, confermate dalle stesse dichiarazioni dei sindaci dei due comuni, principali soci di Acsm-Agam: Como che ha il 24,8% del capitale e Monza con il 27,1%. Sabato scorso le cinque utility lombarde hanno reso noto di avere sottoscritto una lettera d’intenti non vincolante finalizzata all’avvio dello studio di un possibile percorso di partnership industriale e societaria per un periodo di circa 4 mesi.

“Ci sembra una strada da verificare che vale la pena esplorare, Acsm-Agam è l’unica quotata sul territorio e quindi la strada più percorribile è quella di fare da polo aggregante, ovviamente l’esito non è scontato perché ci sono trattative in corso”, dice il sindaco uscente del comune di Como, Mario Lucini (Centrosinistra), che non si ricandida alle elezioni del prossimo giugno.

Gli fa eco il sindaco di Monza, Roberto Scanagatti, rincandidato alle prossime elezioni nel centrosinistra: “Il comune ha già espresso la volontà di rafforzare la posizione di Acsm-Agam in un’ottica di fare alleanze anche con altre aziende multiutiliy della Lombardia e anche il tema delle elezioni incide meno perché una volontà è stata già espressa”.

Secondo quanto prevede la proposta, al vaglio delle società e poi dei comuni azionisti, Acsm-Agam dovrebbe aggregare le altre utility più piccole dell’Ovest lombardo, con i comuni di Como e Monza che diluirebbero la lora quota, ma diventando soci di un gruppo più grande, mentre A2A aumenterebbe la partecipazione. “Il perimetro e i valori del nuovo gruppo bisogna definirli, comunque avrebbe una massa critica tale da potere competere alle prossime gare gas”, rileva l’assessore alle Partecipate di Como, Savina Marelli.

L’unico adviser noto al momento è Pwc scelto da Lario Reti holding per sondare le varie possibilità di aggregazione.

Esattamente ad aprile di un anno fa il consiglio comunale di Como bocciò la delibera che prevedeva la vendita dell’8,25% del capitale di Acsm-Agam ad A2A con conseguente lancio di un’Opa da parte della superutility lombarda. “Quella era un’ipotesi un po’ diversa perché si trattava di cedere la maggioranza di Acsm-Agam ad A2A”, rimarca il sindaco di Como.

(Giancarlo Navach)

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon la parola “Pagina Italia” o “Panorama Italia”

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below