January 16, 2017 / 2:32 PM / 2 years ago

BREAKINGVIEWS-Perdere Luxottica potrebbe essere curiosamente positivo per l'Italia

(L’autore è un editorialista di Reuters Breakingviews. Le opinioni espresse sono personali)

di Neil e Unmack

LONDRA, 16 gennaio (Reuters Breakingviews) - Perdere Luxottica potrebbe essere curiosamente positivo per l’Italia. Il produttore di occhiali probabilmente non sarà più quotato a Piazza Affari dopo la fusione con la francese Essilor , che darà vita a un gigante dell’occhialeria da 50 miliardi di euro.

L’operazione segue la cessione di altre icone italiane come Italcementi e Pirelli e potrebbe alimentare astio verso le acquisizioni galliche. Ma ci sono luci oltre alle ombre.

Anche se la fusione tra Essilor e il proprietario del marchio Ray-Ban è una vecchia idea, potrebbe ancora solleticare ventate di protezionismo dopo che molte società italiane hanno lasciato il Paese. Gli Agnelli hanno portato Fiat ed Exor in Olanda, Pirelli è stata venduta a ChemChina, Italcementi ai tedeschi di HeidelbergCement.

La nazionalità di Essilor provoca ulteriori sussulti. Il raider gallico Vincent Bollore ha preso di fatto il controllo di Telecom Italia ed è impegnato in una battaglia con l’ex primo ministro Silvio Berlusconi per il controllo di Mediaset. Il timore è che le società francesi stiano risucchiando le aziende italiane.

L’operazione ha un costo per l’Italia. Quando Luxottica sarà delistata, la borsa di Milano perderà un campione nazionale. Nel tempo, i circa 8.000 dipendenti del gruppo potrebbero sentirsi meno importanti. Originali omaggi, come il bonus di azioni distribuito loro per festeggiare gli 80 anni del fondatore Leonardo Del Vecchio, potrebbero essere cose del passato.

Tuttavia, Luxottica è sempre stata una società globale. E’ stata quotata prima a New York, poi a Milano. E gli investitori si sono innervositi per la presa di Del Vecchio e della sua famiglia, che ha portato a un carosello di uscite di amministratori delegati. La nuova struttura diluisce Del Vecchio al 31% dei diritti di voto. Il business di Luxottica potrebbe fiorire più con Essilor che se restasse da solo.

Il deal giunge in un momento difficile per l’Italia, che ha recentemente perso il suo primo ministro riformista e pro-business Matteo Renzi. Il rischio è che il Paese torni a un periodo di instabilità politica e allontani investimenti esteri, che con Renzi erano cresciuti.

Sarebbe meglio, allora, guardare al lato positivo. Un’operazione di alto profilo trasforma una società italiana in una società europea e mostra che il Paese è aperto al business.

Per una panoramica su mercati e notizie in lingua italiana con quotazioni, grafici e dati, gli abbonati Eikon possono digitare nel Search Box di Eikon “Pagina Italia” o “Panorama Italia” Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below