September 19, 2013 / 12:56 PM / 6 years ago

Alitalia, Lupi parlerà con ministro francese giovedì prossimo

ROMA, 19 settembre (Reuters) - Il ministro dei Trasporti, Maurizio Lupi, ha detto oggi che parlerà con il suo omologo francese Frédéric Cuvillier del dossier Alitalia, di cui Air France-Klm è il socio principale, durante l’incontro preparatorio di un prossimo bilaterale che si terrà a Torino in ottobre.

“Incontrerò il ministro per preparare un prossimo bilaterale [ad ottobre a Torino] e insieme agli altri dossier parlerò anche di Alitalia”, ha detto il ministro a margine di un appuntamento organizzato dall’Associazione nazionale dei costruttori.

“Il problema non sono i soldi perchè quello è un fatto che riguarda l’azienda. Quello che noi vogliamo sapere è se il partner fondamentale investirà nel sistema infrastrutturale. Air France ha investito nell’hub di Parigi, ha investito in Olanda. Vogliamo sapere se investirà anche a Roma”.

Alla domanda su come farà a convincere Air France a investire in Alitalia Lupi ha risposto: “Le questioni finanziarie non mi riguardano, sono delle aziende che sono private”.

Dopo aver perso 280 milioni nel 2012, Alitalia è alla ricerca di circa 350 milioni di mezzi freschi per la fine dell’anno. Risorse che le consentano di portare avanti il nuovo piano industriale messo a punto dall’Ad Gabriele Del Torchio e che prevede un’inversione di rotta rispetto alla precedente scelta di fare di Alitalia un vettore a basso costo e di breve-medio raggio.

All’interno della compagine sociale una gran parte degli azionisti ha deciso da tempo di sfilarsi dalla compagnia mentre altri sono alle prese con problemi giudiziari che li hanno disimpegnati da un coinvolgimento attivo.

Per questo la società ha dato incarico a Banca Leonardo di risolvere il problema finanziario cercando soluzioni sul mercato.

Il prossimo 29 ottobre verrà meno una delle clausole del patto parasociale che prevede l’ok del consiglio di amministrazione per la cessione delle quote da parte dei soci pattisti.

Tra gli attuali soci solo AirFrance, che ha una partecipazione superiore al 25%, ha un reale interesse a rimanere in quanto partner industriale di un vettore che opera nel quarto mercato passeggeri europeo.

I francesi però sono alle prese con un importante piano di ristrutturazione, che prevede fra l’altro quasi 3.000 esuberi, e hanno già ripetuto di non voler aumentare il proprio impegno in Alitalia. Il piano, annunciato ieri, difficilmente consentirebbe ai vertici della compagnia di destinare risorse ad Alitalia che prevede di continuare a perdere anche nel 2013.

Secondo indiscrezioni giornalistiche Etihad, compagnia di Abu Dhabi, che ha rafforzato la propria partnership commerciale con Alitalia, potrebbe rilevare le quote dei soci italiani desiderosi di mollare la società.

Non è stato possibile su questo ultimo punto avere un risposta da Alitalia.

In giugno il presidente del Consiglio Enrico Letta ha detto di vedere il futuro di Alitalia dentro una grande alleanza internazionale e che il governo porterà avanti questo obiettivo.

Sul sito www.reuters.com altre notizie Reuters in italiano.

Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below