30 giugno 2010 / 14:56 / tra 7 anni

IPO, Grandi Stazioni pronta per Borsa ma decidono azionisti -AD

MILANO, 30 giugno (Reuters) - Grandi Stazioni, controllata dalle Ferrovie dello Stato, è pronta per sbarcare a Piazza Affari anche se la parola definitiva spetta agli azionisti.

Lo ha dichiarato l‘AD Fabio Battaggia.

“E’ una società quotabile, pronta per la quotazione, è sempre stata in utile. Abbiamo redatto il bilancio secondo (i principi contabili) Ias per prepararci all‘apertura al mercato”, ha spiegato il manager, a margine dell‘inaugurazione dello Sky-Autogrill Lounge della stazione di Milano.

Battaggia tiene però a precisare che l‘eventuale Ipo “dipende dagli azionisti, dalle Ferrovie dello Stato. E’ un auspicio ma non sono io che decido”, ha concluso.

Il capitale di Grandi Stazioni è per il 60% in mano alle FS, la quota restante è detenuta da Eurostazione spa, di cui sono soci Edizione della famiglia Benetton, Vianini Lavori VIAI.MI (gruppo Caltagirone), Pirelli&C PECI.MI e SNFC Participations, la società che gestisce il trasporto su rotaia in Francia.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below