7 giugno 2016 / 18:02 / un anno fa

PUNTO 1-Veneto Banca, offerta aumento/Ipo parte domani,incognita flottante

(Andrea Mandalà)

MILANO, 7 giugno (Reuters) - Parte domani l‘aumento di capitale da un miliardo di Veneto Banca funzionale all‘Ipo che potrebbe quasi azzerare i soci che non partecipano e vede il salvagente del fondo Atlante anche in caso di mancata quotazione.

Con il via libera della Consob alla pubblicazione del prospetto informativo, la sfida che attende nei prossimi giorni l‘ex popolare di Montebelluna è quella di non replicare quanto avvenuto con Popolare di Vicenza che non è stata ammessa in borsa mentre Atlante si è ritrovata in mano oltre il 99% del capitale.

Il nodo principale è, se nell‘ambito della sottoscrizione, i soci saranno in grado di garantire almeno la soglia minima di flottante indispensabile per l‘ammissione in borsa, pari al 25%, anche se Borsa Italiana potrebbe ammettere una soglia più bassa.

Un gruppo di imprenditori veneti, riuniti nella associazione Per Veneto Banca che raccoglie circa l‘8% del capitale, ha ribadito di volere sottoscrivere l‘aumento con l‘intenzione di arrivare fino al 25%, soglia minima per consentire alla banca di quotarsi. Ma non mancano incertezze sulla concreta realizzazione delle intenzioni.

L‘obiettivo ultimo dei grandi soci, assai difficile, sarebbe quello di arrivare alla maggioranza assoluta.

Ipotesi esclusa dal Ceo di Intesa Sanpaolo Carlo Messina secondo cui sarà anche difficile che Veneto Banca raggiunga un flottante sufficiente per la quotazione, pur non escludendolo.

OFFERTA IN OPZIONE FINO AL 22/6, A ISTITUZIONALI FINO 24/6

L‘operazione prevede prima un‘offerta in opzione agli attuali azionisti fino al 22 giugno e poi altri due giorni per il collocamento gli investitori istituzionali italiani ed esteri per la parte inoptata, anche se quest‘ultimo fronte dal premarketing non erano emersi segnali incoraggianti.

In caso di inoptato anche al termine del collocamento istituzionale le azioni saranno sottoscritte da Atlante che ha stipulato un accordo di sub-garanzia con il consorzio guidato da a Banca Imi sull‘intera copertura dell‘aumento, al minimo della forchetta di prezzo (0,10-0,5 euro) ma a condizione di avere post-aumento una partecipazione del 50,1%.

Nel prospetto informativo si specifica che se all‘esito dell‘offerta dovessero risultare sottoscritte azioni in misura tale da non consentire al fondo di sottoscrivere una partecipazione pari almeno al 50,1% del capitale, l‘accordo di garanzia e sub-garanzia decadrebbe e di conseguenza verrebbe a mancare la copertura dell‘aumento chiesto dalla Bce per evitare azioni di Vigilanza.

Tuttavia, anche in caso di pieno successo dell‘aumento “non si può escludere, in linea di principio, che le misure richieste dalla Bce e realizzate dall‘emittente possano successivamente rivelarsi non pienamente efficaci nel tempo, determinando effetti negativi sulla situazione economica, patrimoniale e finanziaria dell‘Emittente e/o del gruppo”, si legge nella nota di sintesi del prospetto nella sezione relatica ai rischi.

Veneto Banca “potrebbe comunque tornare a presentare requisiti prudenziali non in linea rispetto a quelli richiesti anche in tempi relativamente prossimi alla conclusione della presente offerta”, aggiunge.

Tra i rischi, oltre all‘esito degli accertamenti ispettivi condotti dalla vigilanza, si sottolineano inoltre quelli relativi ai reclami e contenziosi avente ad oggetto le azioni Veneto Banca i cui accantonamenti relativi già effettuati “possano risultare non sufficienti a coprire le sopravvenienze passive che potrebbero derivare in futuro”.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below