25 aprile 2013 / 09:55 / 5 anni fa

Fiat corre in borsa, guarda a prospettive Ipo in Usa

MILANO, 25 aprile (Reuters) - Fiat prosegue il rialzo in borsa sulle prospettive di fusione con Chrysler, galvanizzata dalle prospettive di un‘Ipo a Wall Street, riferiscono dalle sale operative.

“Ciò che piace al mercato è principalmente la prospettiva della quotazione Usa”, dice un trader.

Il Wsj ricorda l‘ipotesi di acquisizione da parte di Fiat del 100% del gruppo Usa e la possibilità di quotazione a Wall Street una volta realizzata la fusione con Fiat.

Fiat potrebbe mantenere la quotazione a Milano come listing secondario, ma al riguardo non sembrano esserci ipotesi certe.

Si guarda a quanto successo con Cnh che, una volta incorporata Fiat Industrial, rimarrà quotata a Wall Street e a Milano.

Perchè si realizzi questa possibilità anche con Chrysler è necessario che Fiat raggiunga un accordo con Veba (il fondo sanitario dei pensionati Chrysler), per acquisire il suo 41,5% della controllata statunitense.

In caso contrario, ha detto più volte dall‘AD Sergio Marchionne, Veba, per liquidare la sua partecipazione, procederebbe al collocamento a Wall Street prima della fusione.

E’ in corso un contenzioso tra Veba e Fiat sul valore di Chrysler. Oggi pomeriggio un‘udienza del tribunale del Delaware potrebbe dare indicazioni sulla materia.

In caso di fusione, il gruppo vedrebbe “un aumento del suo valore di mercato che andrebbe ad allinearsi a quello del settore auto Usa e sarebbe migliore di quello che Fiat ha in Italia” aggiunge l‘operatore.

Alle 11,40 il titolo guadagna il 4% con volumi pari al 90% della media di un‘intera seduta e segna un massimo a 4,8120 euro, non lontano dal massimo dell‘anno a 4,8260.

Due fonti hanno detto a Reuters nei giorni scorsi che Fiat potrebbe chiudere entro maggio un finanziamento per acquistare la partecipazione Veba in Chrysler. Secondo una fonte, Fiat sta cercando di raccogliere 3 miliardi di euro.

L‘AD Sergio Marchionne, durante l‘assemblea Fiat di inizio aprile, ha detto che prevede di avere chiarezza su come realizzare la fusione con Chrysler entro fine anno e che vede una chiusura dell‘operazione entro il decennale del suo ingresso in Fiat, cioè entro giugno 2014. Marchionne ha aggiunto che prevede la decisione del tribunale Usa sul prezzo della partecipazione nel secondo trimestre 2013.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below