9 aprile 2008 / 15:06 / tra 10 anni

Videogame,in Italia è boom:in 2007 5 console e 34 titoli minuto

MILANO (Reuters) - 5 console e 34 videogiochi venduti in media al minuto per tutto il 2007: il bilancio del settore dei videogiochi relativo all‘anno appena trascorso è in controtendenza con il rallentamento dei consumi delle famiglie italiane, dato che è cresciuto quasi del 40% rispetto al 2006, grazie soprattutto alle consolle di ultima generazione come Playstation 3 di Sony e Wii di Nintendo.

<p>Alcune persone giocano con la console Wii ad un evento multimediale di Nintendo a Chiba, vicino Tokyo. REUTERS/Yuriko Nakao</p>

E’ questo lo spaccato offerto dal Rapporto Annuale 2007 sullo Stato dell‘Industria Videoludica in Italia elaborato dall‘Aesvi (Associazione editori software videoludico italiana) sulla base dei dati relativi al 2007, presentato oggi a Milano.

“Nell‘anno appena trascorso l‘industria del videogioco si è confermata tra i protagonisti del settore dell‘intrattenimento. Dalle console di nuova generazione alle tipologie di videogiochi, dalle modalità di distribuzione all‘ampliamento del target dei consumatori, il mercato si è sviluppato secondo una parola d‘ordine univoca: espansione”, spiega il presidente dell‘Aesvi Andrea Persegati.

I dati dell‘associazione parlano chiaro: il mercato ha realizzato nel 2007 un volume d‘affari di oltre 1 miliardo di euro, con un tasso di crescita record del +39,9% rispetto al 2006.

A trainare lo sviluppo, secondo il rapporto, il lancio delle consolle di nuova generazione che hanno riscontrato un notevole successo di pubblico e dato impulso alle vendite dei titoli realizzati per esse.

Sono state infatti 2.374.057 le consolle acquistate dagli italiani l‘anno scorso, 5 al minuto, il 48,1% in più che nel 2006, grazie soprattutto all‘affermazione di Nintendo Wii lanciata a fine 2006 e al lancio di Sony Playstation 3 agli inizi del 2007.

Il grande successo che hanno riscontrato ha avuto un forte impatto anche sulla vendita dei titoli: i videogiochi per console hanno rappresentato l‘80,8% in volume e l‘88,6% in valore delle vendite totali di titoli, che secondo il rapporto nel 2007 sono state di quasi 18 milioni per un volume d‘affari di circa mezzo miliardo di euro.

La passione degli italiani per il calcio ha confermato la sua forza anche nel mondo dei videogiochi: il rapporto spiega che nella classifica dei titoli più venduti nel 2007 troviamo alle prime posizioni gli ultimi episodi delle fortunate serie Pro Evolution Soccer e Fifa, anche se hanno venduto molto anche quelli legati al mondo del cinema, della televisione e dei fumetti come Spiderman 3, Harry Potter e l‘Ordine della Fenice, Shreck Terzo, Pokemon e The Simpsons.

Il dato più significativo però secondo il rapporto è l‘aumento delle vendite dei videogiochi adatti ad ogni età rispetto a quelli destinati ad un pubblico adulto.

“Se si guarda ai dati di mercato, gli orientamenti dei consumatori italiani affermano un‘immagine del videogioco come intrattenimento per tutta la famiglia”, spiega Persegati.

Le vendite dei videogiochi PEGI 3+ (adatti ad persone di tre anni e oltre) sono infatti cresciute di quasi 10 punti percentuali passando dal 24% del 2006 al 33% del 2007, mentre quelli destinati ad un pubblico adulto (PEGI 18+) ricoprono ancora una fascia residuale del mercato, solo il 4% delle vendite complessive.

Unica nota stonata, secondo l‘Aesvi, è che l‘Italia non ha colmato il gap rispetto ai maggiori paesi europei: mentre da noi sono circa il 34% - 8 milioni - le famiglie che possiedono una consolle, in altri paesi europei la percentuale si avvicina al 50%.

Ma Persegati è ottimista: “Anche se il mercato in Italia è ancora in ritardo rispetto all‘Europa, le prospettive per lo sviluppo futuro sono più che positive”, spiega.

“L‘industria videoludica continuerà a sorprendere nel 2008: più videogiochi per tutti i supporti, più modi nuovi di vivere l‘esperienza di gioco, più informazione e responsabilità sociale verso la famiglia. Assumendo un ruolo che ormai è sempre più il suo: un leader responsabile nel settore dell‘intrattenimento”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below