27 agosto 2009 / 09:50 / 8 anni fa

Microsoft riduce di 100 dollari prezzo Xbox 360 Elite

di Gabriel Madway

<p>Visitatori del Tokyo Game Show giocano con l'Xbox 360 di Microsoft. REUTERS/Issei Kato (JAPAN)</p>

SAN FRANCISCO (Reuters) - Microsoft ha deciso di tagliare drasticamente di 100 dollari -- pari al 25% -- il prezzo del modello di fascia alta della sua Xbox 360, rilanciando la sfida nel campo delle console per videogiochi a seguito di una mossa simile annunciata dalla rivale Sony.

A partire da domani, Microsoft porterà il prezzo di Xbox 360 Elite a 299,99 dollari, pochi giorni dopo che Sony ha ridotto quella della sua PlayStation 3 a 299.

Secondo gli esperti questi tagli potrebbero indurre anche Nintendo ad abbassare il prezzo della sua console Wii, anche se per adesso la compagnia non ha fatto annunci in questa direzione.

“Non abbiamo simili progetti”, ha detto il portavoce di Nintendo Yasuhiro Minagawa rispondendo alla domanda se la società avesse intenzione di ridurre il prezzo della Wii.

Xbox è la seconda console più venduta negli Usa dietro la Wii, venduta a 249 dollari. Ma le vendite di Xbox sono andate bene quest‘anno, con un incremento del 17% negli Usa, dove è stata l‘unica console a crescere.

Il prezzo del modello base Xbox Arcade resterà di 199,99 dollari, e Microsoft eliminerà il modello intermedio Pro console, in vendita a 249,99 dollari fino a esaurimento scorte.

Il portavoce di Microsoft David Dennis ha dichiarato che la compagnia stava valutando da tempo la riduzione del prezzo, e che la decisione no è stata una risposta alla mossa di Sony, annunciata la settimana scorsa alla fiera dei videogiochi Gamescom a Colonia, in Germania.

Piuttosto -- ha spiegato Dennis -- la riduzione di prezzo mira ad attirare nuovi compratori e a semplificare il mix di prodotti per i rivenditori e per i clienti.

I produttori di videogame come Activision Blizzard chiedono da tempo un taglio dei prezzi delle console per incentivare le vendite dei software.

Il settore ha subito una grave crisi provocata dalla recessione e dalla conseguente contrazione della domanda.

Ma nonostante ciò, Hirokazu Hamamura -- presidente della casa editrice di riviste giapponesi di videogame Enterbrain -- sostiene che Nintendo riuscirà a resistere senza cambiare il prezzo della Wii.

Secondo Hamamura, chi è interessato alla Wii e ai suoi giochi per famiglie basati sul fitness non è tentato dalle più potenti console PlayStation 3 e Xbox 360.

“I tagli dei prezzi da soli non indurranno la gente a smettere di comprare la Wii. Gli utenti (delle tre console) sono troppo differenti”, ha detto. “Per Nintendo, la questione non è il prezzo, ma la saturazione e la capacità di crescere in nuovi mercati”.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below