14 novembre 2008 / 09:50 / tra 9 anni

Blitz internazionale contro traffico di farmaci online

LONDRA (Reuters) - Le autorità di nove Paesi sono state impegnate nei giorni scorsi in un‘operazione senza precedenti contro il traffico illegale di farmaci su Internet, coordinata dall‘Interpol che ne ha dato notizia.

<p>Medicinali. REUTERS/Lucy Nicholson (UNITED STATES)</p>

L‘operazione chiamata in codice Pangea, si è estesa a decine di località in Gran Bretagna, Germania, Irlanda, Israele, Nuova Zelanda, Singapore, Svizzera, Canada e Stati Uniti.

I raid dimostrano che l‘operazione è stata svolta su scala internazionale, ha detto una portavoce dell‘Interpol, mentre la diffusione illecita di medicinali sul web diventa un problema sempre più grave, poiché molti prodotti sono contraffatti o di qualità dubbia potenzialmente pericolosi.

La britannica Medicines and Healthcare products Regulatory Agency, che ha effettuato il raid in 12 edifici residenziali e commerciali, afferma che la vendita illegale di farmaci su Internet rappresenta un pericolo serio per la salute pubblica.

In molti Paesi, l‘abuso ed il traffico di medicine con prescrizione ora equivale o supera quello dell‘uso illecito di eroina, cocaina, anfetamina oppiacei, dice l‘International Narcotics Control Board, con sede a Vienna.

Internet è un canale facile da usare per questo traffico, visto che non pone meccanismi di controllo nazionale. Regolate a dovere, le farmacie su Internet possono invece costituire un servizio efficiente aumentando la concorrenza ed offrendo accesso a farmaci in zone che sono meno servite.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below