4 giugno 2008 / 08:40 / tra 10 anni

WiMax, Intel punta al rialzo

SAN FRANCISCO (Reuters) - Intel sta investendo pesante sul WiMax nella speranza che il mondo in rete passi alla nuova tecnologia ultra-veloce senza fili entro pochi anni. Lo ha detto ieri Arvind Sodhani, presidente di Intel Capital, il ramo specializzato in investimenti del produttore di chip.

<p>Un pannello WiMax durante una conferenza stampa a Taipei, il 21 aprile 2008. REUTERS/Pichi Chuang (Taiwan)</p>

“Intel sta guidando la carica”, ha detto in un‘intervista Sodhani. “Stiamo costruendo l‘ecosistema WiMax globalmente”.

A maggio, Intel ha reso noto l‘investimento da un miliardo di dollari in Clearwire, un fornitore di servizi Internet a banda larga senza fili a cui aveva già assegnato oltre 600 milioni di dollari.

Sprint Nextel e le società statunitensi di comunicazioni via cavo stanno investendo da parte loro in Clearwire, una joint venture da 14 miliardi e mezzo di dollari, per costruire una rete basata sul WiMax.

Intel sta scommettendo sulla tecnologia WiMax, che per il momento ancora non è stata messa alla prova quasi per niente, perché essa consente una velocità maggiore di diverse volte rispetto alle connessioni Internet tradizionali, e può coprire intere città, e si rivolge in modo promettente alla richiesta crescente di velocità e connettività da parte dei consumatori, ha detto Sodhani.

“Il WiMax fornirà la prima connessione a banda larga wireless alla velocità che vogliono oggi i consumatori”.

Sodhani ha anche detto di prevedere che il WiMax registrerà la stessa crescita che i telefoni cellulari hanno nelle economie emergenti, dove le infrastrutture tradizionali di comunicazione sono carenti. In paesi come l‘India, ci sono tra i 5 e i 10 milioni di nuovi abbonati a servizi di telefonia cellulare ogni mese, ha detto il dirigente di Intel.

Secondo le previsioni di Sodhani, il WiMax si svilupperà pienamente nel corso dei prossimi due-tre anni. Intel ha investito globalmente “miliardi di dollari” in diverse società che stanno costruendo le diverse componenti della rete, come le stazioni base e i set di chip.

A maggio, Intel ha investito circa 15 milioni di dollari in Green Packet, una società malese di WiMax, e ha anche versato 26 milioni per una parte dello spettro radio sulla frequenza dei 2,6Ghz in Svezia, per garantire lo sviluppo del WiMax nel paese scandinavo.

Negli Usa, Intel comincerà a vendere notebook WiMax compatibili nella seconda metà dell‘anno, ha detto Sodhani.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below