15 ottobre 2008 / 15:14 / tra 9 anni

PUNTO 1 - JP Morgan, utili trim3 in calo ma meglio delle attese

(Riscrive aggiungendo dettagli, commenti)

NEW YORK, 15 ottobre (Reuters) - JP Morgan (JPM.N) ha chiuso il terzo trimestre con un calo dell‘84% negli utili, ma il risultato è stato migliore delle attese confermando - come nel caso di Wells Fargo (WFC.N) che ha dato la trimestrale sempre oggi - che i due istituti sono tra i meglio posizionati nel contesto della crisi attuale pur temperata dal piano del Tesoro.

JP Morgan ha chiuso il periodo con utile netto di 527 milioni di dollari, pari a 0,11 dollari per azione, includendo perdite nette di 640 milioni, pari a 0,18 dollari per azione, legate alla fusione con Washington Mutual WAMUQ.PK, spiega una nota.

Nello stesso periodo del 2007 JP Morgan aveva registrato un utile per azione di 0,97 dollari.

Escluse poste non ricorrenti, il rosso è 6 cent per azione e si paragona con attese di perdita di 29 cent per azione raccolte da Reuters Estimates.

Sono triplicati gli accantonamenti per le perdite sui crediti, 6,66 miliardi se si includono - tra le poste - anche 1,98 miliardi di aggiustamenti contabili sul rosso della appena acquistata Washington Mutual, 642 milioni di svalutazioni su titoli privilegiati di Fannie Mae FNM.N e Freddie Mac FRE.N e 248 milioni per il riacquisto di titoli del tipo “auction-rate securities”.

Il messaggio per i prossimi trimestri non è ottimista e JP Morgan si è detta convinta che sia ragionevole aspettarsi una riduzione degli utili.

Nella conference call il Ceo Jamie Dimon ha spiegato “è necessario essere preparati a un contesto difficile...il che non significa che sappiamo quale sarà questo contesto”. I governi mondiali, ha però aggiunto, stanno somministrando al mercato “una medicina piuttosto potente”.

Il gruppo, che con l‘acquisizione prima di Bear Stearns e poi di WaMu ha portato a circa 2.250 miliardi di dollari l‘attivo, ora fa la gara per la leadership dimensionale in Usa in un testa a testa con Citigroup Inc (C.N) - che annuncia il trimestre domani.

Partite in calo, le quotazioni JP Morgan hanno via via ridotto la discesa e sono girate per qualche tempo anche in positivo. Alle 16,55 italiane limitan il rosso a meno dell‘1%, mentre l‘indice S&P500 amplia il calo al 4,6%, depresso anche dai pessimi dati sulle vendite al dettaglio.

Addirittura controtendenza Wells Fargo, che sta cercando di acquistare Wachovia Corp WB.N a dispetto di Citi: il prezzo avanza del 2,7%. Il gruppo ha chiuso il trimestre con 49 cent/azione di utile (da 64 un anno fa) contro 34 attesi dagli analisti.

“La gente capisce che si stanno mettendo a punto strumenti interessanti per affrontare la crisi, ma che ci vorrà tempo perchè funzionino” spiega a proposito della diffidenza del mercato Arthur Hogan, chief market analyst per Jefferies & Co in Boston.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below