15 giugno 2009 / 13:02 / 8 anni fa

PUNTO 1 - Usa aumenteranno requisiti capitale -Geithner a stampa

(aggiunge dettagli e background)

* Riforma per istituzioni finanziarie grandi, interconnesse

* Nuove regole per securitisation

* Invito ad affidarsi meno ad agenzie di rating

WASHINGTON, 15 giugno (Reuters) - Gli Stati Uniti presenteranno questa settimana un‘ampia riforma finanziaria che introdurrà importanti cambiamenti riguardo ai requisiti patrimoniali, alle securitisation e altre aree problematiche emerse con la crisi globale.

Ad anticiparlo, a due giorni dalla presentazione ufficiale del piano di regolamentazione finanziaria dell‘amministrazione Obama, sono Timothy Geithner, segretario del Tesoro Usa, e Lawrence Summers, direttore alla Casa Bianca del consiglio economico nazionale, in un articolo pubblicato dal Washington Post.

In sintesi, Geithner e Summers sostengono che il piano porterà a “una cornice di riferimento più solida per la protezione di consumatori e investitori”.

Una delle proposte prevede di “alzare i requisiti di capitale e liquidità per tutte le istituzioni finanziarie, imponendo vincoli più stringenti per le imprese più grandi e con maggiori connessioni”.

In aggiunta, le grandi istituzioni il cui fallimento potrebbe minacciare la stabilità del sistema “saranno soggette a una supervisione ‘consolidata’ da parte della Federal Reserve e verrà creato un consiglio di regolatori con la responsabilità di un più ampio coordinamento tra i comparti del settore finanziario”.

Nuovi requisiti informativi saranno imposti agli emittenti di titoli cartolarizzati ed è previsto che questi emittenti “mantengano un interesse finanziario” nell‘andamento dei titoli cartolarizzati che propongono al mercato.

E’ suggerita, inoltre, una minore dipendenza dai giudizi delle agenzie di rating.

La riforma solleciterà maggiore ”sorveglianza sui derivati scambiati over-the-counter e un‘armonizzazione delle norme sui futures e le attività, con sistemi più solidi per il pagamento e il regolamento delle transazioni.

“Tutti i contratti derivati saranno soggetti alla regolamentazione e le autorità avranno il potere di applicare regole contro la manipolazione e l‘abuso” si legge nell‘intervento sul quotidiano.

La proposta chiederà “un sistema di risoluzione che permetta la riorganizzazione ordinata di ogni istituzione finanziaria il cui fallimento possa mettere a rischio il sistema finanziario”.

Nei piani dell‘amministrazione Obama c’è anche un consiglio di autorità di sorveglianza con responsabilità di coordinamento e nuove regole per hedge fund e derivati, in nome di una maggiore tutela del consumatore.

Il piano verrà presentato mercoledì prossimo e sarà seguito, il giorno successivo, dall‘audizione di Geithner al Congresso.

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below