20 giugno 2011 / 11:38 / tra 6 anni

PORTAFOGLI-Pimco punta su debito, valute emergenti,materie prime

* Paesi sviluppati dominano ancora mercati finanziari

* Piacciono Messico, Brasile, projet loans per infrastrutture

* Preferiti corporate del settore energia, materie prime

MILANO, 20 giugno (Reuters) - Tassi risicati e rischi sul debito sovrano spingono il colosso degli investimenti obbligazionari Pimco fuori dai governativi delle aree “core” delle due sponde dell‘Atlantico verso il debito e le valute dei paesi emergenti.

Questi mercati, per il MD e generalist portfolio manager Curtis Mewbourne, “stanno diventando una parte sempre più importante del panorama globale, mentre i mercati finanziari sono ancora principalmente mercati sviluppati in termini di valute, di attività di finanziamento e di emissioni”.

Per gli investitori, quindi, “la vera opportunità è quella di anticipare questo trend e cercare di sintonizzarsi di più a quello che sta accadendo a livello di attività economica”, ha aggiunto.

In un‘ottica a 3-5 anni, largo dunque ai mercati in via di sviluppo nei prodotti multi asset della casa, “soprattutto valute e reddito fisso, meno le azioni”, e alle materie prime. Mewbourne cita Messico, Brasile e l‘investimento in prestiti per progetti di costruzione nel settore delle infrastrutture dei paesi emergenti. Sul mercato delle commodity Pimco privilegia quelle dove la domanda resterà sostenuta nel medio periodo. “Beni agricoli, legati all‘aumento del consumo di proteine nei paesi in via di sviluppo, metalli destinati a beni durevoli in relazione all‘aumento dei consumi nel mondo emergente e le fonti energetiche disponibili e trasportabili”, ha precisato il gestore.

SPREAD CORPORATE RESTANO STORICAMENTE ATTRAENTI

Sui mercati tradizionali per Pimco non resta che investire sull‘intero spettro creditizio delle emissioni societarie, in particolare in multinazionali che vendono sui mercati emergenti o nel settore delle materie prime e dell‘energia. Sul fronte azionario, in portafoglio c’è spazio per la borsa di Wall Street e, in misura minore, per quelle europee e asiatiche. “Gli spread appaiono ragionevoli rispetto al tasso attuale e atteso dei default”, ha detto Mewbourne. Anche il differenziale di rendimento sui bond bancari Usa ed Europei resta relativamente attraente “perchè gli spread sono più ampi rispetto ai livelli storici e le banche stanno ricapitalizzando”. Ma Pimco, che attualmente vede un miglior rapporto fra rischio e rendimento nella parte più “senior” del debito bancario, a parità di spread preferisce gli istituti di credito statunitensi rispetto a quelli europei perchè “nell‘Eurozona la crisi debitoria rappresenta un rischio aggiuntivo”.

CRISI DEBITO UE, CAMBI NON PREZZANO SCENARI “DISORDINATI”

Lo scenario base della casa, per la crisi debitoria dell‘Eurozona, è quello di una soluzione “ordinata” che passa attraverso pacchetti di aiuti finanziari. “La possibilità che qualche cosa vada storto, tuttavia, è significativa”, ha avvertito Mewbourne.

Non solo. Gli investitori dovrebbero monitorare il rischio sovrano non solo sui governativi, ma anche in altre aree colpite più indirettamente.

“I mercati del debito sovrano stanno prezzando, nel caso di Irlanda e Grecia, una probabile ristrutturazione ma se si guarda altrove, ad esempio al valore dell‘euro contro altre valute o ad altri indicatori, mi sembra che le possibili situazioni ‘disordinate’ siano prezzate poco”, ha sottolineato.

Un altro buon motivo per abbandonare i lidi una volta sicuri dei mercati azionari e obbligazionari europei e spostare i propri investimenti sui mercati emergenti e sulle materie prime.

“Queste sono alternative che dovrebbero fornire una qualche protezione nell‘attuale contesto”, ha concluso.

Al 31 marzo Pimco aveva in gestione 1.282,3 miliardi di dollari.

Maria Pia Quaglia

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below